Taglio degli alberi davanti al municipio di Sala Consilina, il Codacons insorge: “Servono chiarimenti”

Il Codacons Vallo di Diano esprime i propri dubbi in merito al taglio degli alberi avvenuto davanti al municipio di Sala Consilina. Innanzitutto la premessa: “Il primo agosto – scrive il responsabile Roberto de Luca – avevamo richiesto ai vari Comuni del Vallo di Diano, per mezzo della stampa locale, l’elenco degli alberi monumentali. Tra gli alberi monumentali ricadono quelli ad alto fusto isolati o facenti parte di formazioni boschive naturali o artificiali ovunque ubicate. Anche l’albero secolare tipico, che possa essere considerato come raro esempio di maestosità e longevità, per età o dimensioni, o di particolare pregio naturalistico può essere annoverato tra gli alberi monumentali, anche se posto nel centro urbano”.

Poi i dubbi: “Apprendiamo adesso dalla stampa locale del taglio di due alberi maestosi di abete, ubicati nei pressi della Casa comunale. Le modalità con le quali è stato effettuato l’intervento (di notte) ci riempiono di tristezza. Questo perché le stesse modalità furono utilizzate – forse da ignoti, o forse anche no – per tagliare, nell’autunno del 2011, un albero in piazza Umberto I e per coprire di cemento, a regola d’arte, il tronco reciso alla base. Si parlò di atto vandalico, allora. Oggi ci siamo recati a chiedere visione e copia degli atti relativi a questo intervento notturno, per cercare di capire se e come questi alberi costituissero un pericolo per l’incolumità pubblica. A fatto compiuto, adesso si spera soltanto che altri alberi, in numero congruo, possano presto essere piantati per sostituire l’effetto benefico dei due maestosi abeti. Inoltre, qualora si volessero piantare alberi di frutta, così come dichiarato alla stampa dal vice-sindaco, si sconsigliano impianti di banani per ovvie ragioni climatiche”.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#