Asl Salerno, “ambulatori aperti anche di sera”. La proposta della Cisl

“Il blocco delle prestazioni rischia di mettere in ginocchio nuovamente la sanità campana e i suoi utenti”. Partendo da questo dato di fatto, la Cisl Pensionati, chiede al Governatore Vincenzo De Luca “per portare la regione e i suoi livelli di assistenza a un punto accettabile di sperimentare gli esami e visite di notte e anche la domenica”. Il sindacato salernitano , nella persona del suo segretario Giovanni dell’Isola chiede all’azienda sanitaria salernitana di prolungare l’orario di apertura degli ambulatori, fino alle 22, e seguire il modello già da tempo attivato in Lombardia e Veneto. “Ciascuno di noi, uomo o donna, anziano o giovane, pensionato o lavoratore che sia, quando per ragioni di salute si è visto costretto ad accedere ad esami clinici e ad accertamenti diagnostici, ha potuto sperimentare il problema, a volte il dramma, delle lunghe liste di attesa”, ha spiegato Giovanni Dell’Isola. “Dramma certamente per i più deboli che – per età o per condizioni di reddito – si sono trovati impossibilitati a fare ricorso alle visite private e ad attendere i tempi lunghi (mesi) delle strutture pubbliche, a volte con grave pregiudizio per le proprie condizioni di salute”. Per questo i pensionati chiedono alla governance dell’Asl di Salerno e di intervenire per ridurre gli insostenibili tempi di attesa, attivando quella riorganizzazione per l’ampliamento degli orari applicata in altre regioni con positivi risultati.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#