Padula, gli Orfani di Guerra tornano nella Certosa di San Lorenzo per la “Giornata del Ricordo”

Torna domenica 27 Settembre, con la sua X edizione, “La Giornata del Ricordo”, ormai tradizionale appuntamento dedicato agli ex-allievi dell’Orfanatrofio della Certosa di Padula, in programma a partire dalle ore 9:30 presso l’Aula Consiliare della Certosa di San Lorenzo.

Certosa_di_Padula

La manifestazione, voluta dall’Associazione Nuove Idee e dal presidente Giuseppina Sorrentino, da alcuni anni ha portato alla ribalta nazionale una pagina di grande importanza, a lungo sconosciuta, della Certosa di San Lorenzo.

Orfani_Guerra_Certosa_Padula_2

Il monumento certosino fu infatti dal 1923 al 1960 provvidenziale luogo di accoglienza per circa 1000 orfani di guerra. A scrivere questa nobile pagina della Certosa di San Lorenzo furono soprattutto le figure indimenticabili di Padre Giovanni Semeria e di padre Giovanni Minozzi, i due sacerdoti ai quali si deve la fondazione dell’Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia, e quindi dell’Orfanatrofio della Certosa di Padula e di tantissimi altri.

Padre_Giovanni_Minozzi

Non a caso per entrambi è in corso la causa diocesana di beatificazione. Ai tanti disperati orfani di guerra che in circa 40 anni di attività trovarono asilo nel monumento certosino, fu garantito un tetto, la sopravvivenza e soprattutto l’istruzione: tutto ciò cambiò le sorti della loro vita. L’orfanatrofio, con soli 3 anni d’interruzione (nel periodo delle II Guerra Mondiale, dal 1943 al ’46), portò avanti con successo le sue attività di formazione anche attraverso la scuola di avviamento agrario e la scuola di specializzazione industriale. Anche quest’anno sono centinaia gli ex alunni e i loro familiari attesi domenica a Padula, provenienti dall’Italia e dall’estero, ed alcuni varcheranno per la prima volta la soglia della Certosa di Padula dopo tantissimi anni. Tra loro ci sarà anche Mario De Bonis, che ha conosciuto personalmente e frequentato il grande Eduardo De Filippo, al quale ha dedicato il libro “Eduardo visto da Vicino”. La X edizione de “La Giornata del Ricordo” sarà l’occasione per rivivere, attraverso il racconto di De Bonis, una indimenticabile e inedita cornice di ricordi legati alla sua amicizia con Eduardo, con particolare attenzione alla sua poetica.

Eduardo Visto da Vicino

Nel corso dell’evento saranno consegnati i premi della 2^ edizione del ConcorsoArte e Poesia”, dedicato a Padre Giovanni Minozzi. Il concorso comprende due sezioni: Arte e Poesia. Dopo il grande successo della I Edizione, anche quest’anno la partecipazione al concorso è stata entusiastica.

Premio Arte e Poesia

Il programma del convegno, moderato dal giornalista Antonio Sica, prevede a partire dalle ore 9,30 l’introduzione del presidente dell’Associazione “Nuove Idee”, Giuseppina Sorrentino. Poi i saluti del sindaco di Padula, Paolo Imparato, dell’Assessore alla Cultura Tiziana Bove Ferrigno, del presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta, del responsabile organizzativo della BCC Monte Pruno Cono Federico e del già Senatore Alfonso Andria. A seguire gli interventi di Alvaro Vitale, Presidente Nazionale dell’Associazione ex Alunni e Famiglie dei Discepoli, di don Cesare Faiazza, Segretario Generale dell’Ordine Famiglia dei Discepoli. Poi la parola andrà a Mario De Bonis, per il suo intervento sul grande Eduardo De Filippo. A seguire il Presidente di Giuria Angelo Sica darà inizio alla cerimonia di premiazione della 2^ Edizione del ConcorsoArte e Poesia”.

La giornata del Ricordo” edizione 2015 è promossa come sempre dall’Associazione Culturale “Nuove Idee” di Padula”, in collaborazione con la Banca Monte Pruno e con il patrocinio del Comune di Padula, della Provincia di Salerno, della Regione Campania, della Comunità Montana Vallo di Diano e della Soprintendenza ai B.A.P. di Salerno e Avellino.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#