Terremoto in Regione, l’opinione di Ottavio Lucarelli, pres. dell’Ordine dei Giornalisti Campania

Terremoto in Regione. Ancora nuovi e sconcertanti particolari sulla vicenda giudiziaria che vede protagonisti il governatore Vincenzo De Luca ed il suo ex capo di segreteria Carmelo Masturzi. “Io sono parte lesa in questa vicenda, io e l’istituzione che rappresento”. Ha così dichiarato l’ex sindaco di Salerno nella conferenza stampa svoltasi nella mattinata di ieri a Napoli. Un fiume in piena che non lascia spazio alle domande della stampa. Ma oggi ancora nuove indiscrezioni sul caso. Spunta un’intercettazione telefonica tra il magistrato Anna Scognamiglio, uno dei giudici che revocò la sospensione di De Luca dalla carica di presidente della Giunta regionale e il marito Guglielmo Manna: “Abbiamo finito. È fatta”; sono queste le dichiarazioni del magistrato subito dopo la sentenza che con molta probabilità fanno riferimento al reintegro di De Luca in Regione dopo la sospensione derivante dalla Legge Severino. L’intercettazione risale al 17 luglio scorso, quando viene inviato anche un altro sms da Manna a uno dei responsabili dello staff di De Luca: “È andata come previsto”. Ancora una chiara allusione: la Scognamiglio era consapevole che il marito fosse in contatto con l’entourge del governatore per ottenere una nomina di peso, magari quella di direttore generale di una Asl o la guida di un commissariato. Il magistrato Anna Scognamiglio, attraverso il suo avvocato Giovanbattista Vignola, chiarisce come non ci sia stata alcuna interferenza nella decisione del Collegio Giudicante il caso De Luca. “La decisione favorevole a De Luca è stata assunta, all’unanimità, da tutti i componenti del Collegio Giudicante, era conforme a quanto già deciso in precedenza dal Presidente della Sezione ed è stata, poi, confermata integralmente, in sede di reclamo, da altro Collegio del Tribunale, ancora una volta, all’unanimità”. Anche il magistrato, insomma, si dichiara estranea ai fatti e a riprova di ciò dichiara apertamente   che sarebbe stato il marito, a sua insaputa, a chiedere qualche favore per influire sul Collegio Giudicante, a favore di De Luca, sempre in vista di un incarico di prestigio. Il magistrato e il marito Guglielmo Manna, sarebbero di fatti separati in casa. Ma ascoltiamo cosa nella pensa della vicenda Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei Giornalisti Campania.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#