Sala Consilina, l’esasperazione di Monem: “Sono nato Musulmano, non significa terrorista!”

“Ciao sono Monem, sono un italo-egiziano musulmano di nascita, non sono terrorista e condanno tutte le forme di violenza. Questa è l’ultima volta che mi giustifico NON SONO TERRORISTA MA semplicemente MUSULMANO e l’ignoranza ha rotto…”.

monem 1 OK

A scrivere queste parole sulla sua pagina del social network Facebook è Monem Mokreb, nato in Egitto ma residente ormai da 15 anni in Italia e precisamente a Sala Consilina, dove si è perfettamente integrato, sposando la moglie Francesca di Sala Consilina e mettendo al mondo due splendi bambini di  9 e 6 anni. Monem è molto conosciuto e stimato per la sua attività di pizzaiolo, che porta avanti nel locale a gestione familiare messo in piedi con tanti sacrifici. Ma dopo gli attentati di venerdì scorso a Parigi anche Monem, come tantissimi Musulmani pacifici e non violenti, si sente sotto attacco e preso di mira dal prepotente ritorno di fiamma del razzismo, alimentato dall’ignoranza.

Monem

“Eppure –ci dice Monem da noi raggiunto telefonicamente- non ho mai fatto male a una mosca, pago le tasse come tutti e conduco una vita semplicissima con la mia famiglia. Nonostante tutto ogni giorno devo spiegare alla gente che essere Musulmano non significa essere Terrorista,e per questo ho voluto dire una volta per tutte su Facebook che condanno ogni forma di violenza”. Monem è rimasto senza parole quando qualche giorno suo figlio tornato a casa da scuola gli ha chiesto: “Papà ma il nonno è un Turista?”. Ovviamente il bimbo voleva dire “terrorista”, un termine che forse ha sentito in giro o che qualcuno gli ha riferito. Anche se non lo ha ben compreso, il bimbo ha capito che doveva essere una cosa molto negativa e ha chiesto a modo suo spiegazioni al padre. Insomma un altro indice del termometro molto alto in questo momento per quanto attiene al pregiudizio e alla tendenza di fare di tutta erba un fascio.

monem 2

“La frase “ALLAH U AKBAR!” -ha scritto Monem in un’altro post sulla sua pagina Facebook- tradotta in italiano significa  Dio è Grande: ci sono quasi un miliardo di Musulmani nel mondo che quando pregano 5 volte al giorno la pronunciano10 volte per ogni preghiera… e cosi fanno 50 miliardi di volte al giorno. Quella frase non è un simbolo terroristico MA LE PAROLE PIÙ FREQUENTI NEL MONDO MUSULMANO! IO SONO MUSULMANO MA NON SONO TERRORISTA!”.

Una risposta

  1. michelina chirichella ha detto:

    Hai detto bene,Monem essere musulmano non vuole dire essere terrorista,cosi’ come essere siciliano non vuol dire essere mafioso o essere napoletano non vuol dire essere affiliato alla “ndrangheta”,purtroppo e’ la cattiveria dettata da interessi troppo grandi a compiere tante inutili stragi x mano di chi si lascia convincere che e’ quello il modo di affrancarsi ma da chi?,molte volte noi dobbiamo liberarci della cattiva politica di casa ns prima ancora che di quella altrui che fa danni e stragi ma solo x inciuci e strategie economiche e di potere del il popolo “ignorante”viene ovviamente tenuto all’oscuro.Continua a vivere tranquillo e nell’onesta’ e nel rispetto della liberta’ di tutti e la vita ti dara’ ragione.Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#