Sala Consilina, ecco la leggenda dietro il primo “Albero Monumentale” del Vallo di Diano

“Chi tocca questo albero muore”. Lo afferma la leggenda che aleggia intorno all’ulivo secolare che, primo nel Vallo di Diano, da oggi può fregiarsi del titilo di “Albero Monumentale”, e che ai nostri microfoni ci racconta il proprietario Vincenzo di Sarli.

ALBERO MONUMENTALE 2 ALBERO MONUMENTALE 3

Secondo la leggenda sotto le radici dell’ulivo sarebbe nascosto un tesoro, e chiunque tenti di abbattere l’albero per impossessarsene, morirebbe. Al di là della leggenda, sarebbe un peccato abbatterlo: non a caso questa mattina a Sala Consilina, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, il Presidente dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio, ha consegnato al proprietario dell’ ulivo di oltre 400 anni la targa di “Albero Monumentale” ai sensi della legge n.10 del 2013, che obbliga tutti i comuni al censimento degli alberi che abbiano tale caratteristica.

ALBERO MONUMENTALE 1 ALBERO MONUMENTALE SALA CONSILINA.Immagine001

L’ulivo, che si trova in Via Luigi Sturzo nei pressi del Cimitero, riveste un particolare pregio paesaggistico, naturalistico, storico e culturale. L’Avv. Paladino, nel corso di una breve cerimonia, ha auspicato che questa iniziativa, unica per il momento a Sala Consilina e nel Vallo di Diano, sia seguita da altre che vedano i Comuni protagonisti per la salvaguardia del paesaggio, dell’ambiente, delle tradizioni popolari, con la valorizzazione del patrimonio arboreo, specialmente, negli spazi verdi urbani, invertendo, così, la pericolosa rotta degli ultimi tempi che ha visto abbattere, ingiustificatamente e senza alcun controllo delle competenti autorità, numerosi alberi di alto fusto.

ALBERO MONUMENTALE 5 ALBERO MONUMENTALE 4

Alla cerimonia hanno presenziato i volontari dell’Associazione Protezione Civile Vallo di Diano di Padula.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *