Sala Consilina, manca l’acqua nella cittadina. Consac spiega il perchè

Consac Gestione Idriche Spa, informa i cittadini di Sala Consilina che la mancanza di erogazione idrica registratasi questa mattina nel centro della cittadina sarà risolta entro le 12:00. Il disservizio è stato causato dalla concomitanza di due eventi, spiega la società. “Nella giornata di lunedì 23 novembre sono stati eseguiti, su richiesta del Comune di Padula, lavori di deviazione di due condotte idriche adduttrici all’altezza della Certosa di Padula. Tale intervento, indispensabile per consentire la realizzazione di importanti lavori alla Certosa stessa, ha comportato la necessità di interrompere l’apporto idrico proveniente dalle sorgenti di Montesano a favore del serbatoio “Galleria” di Sala C. per circa 24 ore. Al fine di sopperire alla mancanza di acqua proveniente da Montesano sono stati contemporaneamente attivati i Pozzi di Marsicanella di Sala Consilina e ciò avrebbe dovuto consentire la normale erogazione idrica senza alcuna disfunzione per l’utenza. Ma questa notte, si è verificato il blocco delle elettropompe, ripristinato intorno alle 8,30 di stamattina. Il blocco ha interrotto l’apporto idrico al serbatoio “Galleria” di Sala Consilina che, nel giro di alcune ore, dato il costante assorbimento idrico da parte dell’utenza, si è svuotato”.

2 risposte

  1. auleta francesco ha detto:

    La spiegazione non spiega un bel niente!
    Se le pompe sono andate in “blocco” questa notte, in “galleria” avremmo dovuto avere acqua sufficiente per l’intero giorno, a meno che il pozzo “Marsicanella” non sia stato attivato quando la “galleria” era già vuota!
    Non è la prima volta che l’erogazione dell’acqua potabile viene sospesa senza avviso alcuno, anche per effettuare lavori di ordinarissima manutenzione facilmente programmabili (come nel caso delle adduttrici di Padula).
    La società CONSAC , che promise un miglioramento del servizio idrico erogato, ci sta abituando a questi continui stop and go, fornendoci, ad ogni ripresa dell’erogazione, insieme all’acqua anche una notevole quantità di sabbia!
    Una domanda agli amministratori: possiamo continuare a sperare di avere in un futuro non lontano dei servizi adeguati ad una società del XXI secolo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *