Buonabitacolo: nasce ufficialmente il Gruppo misto indipendente dalla maggioranza. Tre consiglieri: “Serve più coinvolgimento”

Con la pubblicazione sull’Albo Pretorio del Comune di Buonabitacolo del verbale del consiglio comunale di metà novembre nasce “ufficialmente” il Gruppo Misto.  Le consigliere di maggioranza Domenica Carmen Guerra, Lucia Paola D’Alessio, e Anna Antonella Trotta, hanno comunicato con una nota di voler creare un gruppo indipendente di maggioranza denominato “Uniti per Buonabitacolo”. La consigliere D’Alessio è il capogruppo ed è stata lei a dare lettura integrale della nota in cui gli aderenti al nuovo gruppo “lamentano la mancata informazione rispetto a determinate scelte amministrative sulle quali non hanno potuto apportare il proprio contributo e dalle quali, pertanto, esprimono il distacco”. Sul documento ancora si legge che le tre “chiedono una maggiore informazione in ordine alle decisioni assunte a nome della intera amministrazione e che tali decisioni vengano condivise e verbalizzate; precisano di non avere mai ricevuto la assegnazione di incarichi politico-istituzionali e di deleghe per poter collaborare alla risoluzione di problematiche amministrative”. Inoltre nella nota “manifestano l’obiettivo di continuare a realizzare e rispettare le linee guida del programma elettorale nel rispetto dei loro elettori che, con il proprio voto, hanno manifestato fiducia per tale progetto”. Esaurito l’intervento, il sindaco Elia Rinaldi prende la parola, leggendo una dichiarazione con la quale prende atto dell’iniziativa che considera legittima e nel contempo propulsiva per l’azione amministrativa. Nella risposta il primo cittadino durante il consiglio “invita le consigliere a voler precisare quali punti del programma intendono realizzare con la propria specifica collaborazione; raccoglie l’invito alla condivisione e verbalizzazione delle future decisioni alla presenza di tutti gli amministratori, ribadendo di riconoscere a tutti i consiglieri la possibilità, in forma singola o associata, di formulare proposte ed indicare soluzioni amministrative che saranno poi valutate da tutti i componenti dell’assemblea consiliare; esprime la volontà di rendere edotti tutti i cittadini, periodicamente, del numero e della tipologia di proposte che i consiglieri formuleranno, in modo che questi ultimi possano collaborare maggiormente alla attività amministrativa ed onorare gli impegni assunti con gli elettori”. Come già riportato ai nostri microfoni il sindaco ha parlato di una giunta aperta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#