Basket, Promozione/Girone A, ottava giornata: quarto periodo fatale, Trinità sconfitta dalla Hippo Basket Salerno

Passaggio a vuoto. Dopo quattro successi in fila, la Pallacanestro Trinità subisce la prima sconfitta interna del campionato per mano di una solidissima Hippo Basket Salerno, che ritrova così la via del successo dopo tre K.o. consecutivi. Prestanza atletica e diligenza tattica: si spiega in questi termini la prestazione del quintetto granata, che ha il merito di non disunirsi dopo la partenza sprint dei valdianesi (16-5 al 5′). I bianco-azzurri non riescono però ad affondare il colpo: Antonio Di Capua (29 punti alla sirena) e Luigi Spera (15) entrano in azione e riducono le distanze fino al -4 di fine primo quarto (23-19). Coach Gennaro Durante prova ad alternare i fratelli Campaiola sotto i tabelloni per contrastare la batteria di lunghi a disposizione di Giuseppe Ferrara. Tuttavia, l’Ippocampo resta costantemente nella scia dei salesi, che – per larghi tratti del secondo parziale – conducono la partita con un solo possesso di margine. Con l’attacco spuntato a causa dei problemi di falli che tengono fuori Gianluca Campaiola dalla contesa, sono i canestri di Sandro De Vita (29 per l’ala grande picentina) e di Danilo Bassano (12) a rilanciare Trinità, che va al riposo di metà gara con un vantaggio di 7 punti (42-35). Alla ripresa del gioco, i bianco-azzurri provano un ulteriore allungo (46-35 al 22′) con i canestri di De Vita e Baldi (12 per la guardia classe 1988). In tutta risposta, la Hippo Basket seguita con il piano-partita che l’ha tenuta fino a quel punto a contatto con i valdianesi: tanta circolazione di palla sul perimetro per compromettere le rotazioni difensive, tiri ad alta percentuale di realizzazione, difesa a uomo per neutralizzare i lunghi. Risultato: dopo un lungo inseguimento, i salernitani – affidandosi alle mani di Spera e dell’altro uomo d’area Viscido – operano l’aggancio sul 57-57 d’inizio quarta frazione. Partita senza respiro: Trinità prova un nuovo allungo, i granata non accusano il colpo e – grazie ad una tripla firmata Di Capua – mettono per la prima volta la propria prua davanti (59-60 al 32′). Reazione caparbia degli uomini di Durante: parziale di 8-2 propiziato dai canestri di Sandro De Vita, Michele Campaiola e Bassano (a segno con un canestro da tre) e nuovo vantaggio interno sul +6 (68-62 a poco più di 4′ dall’epilogo). Sul punto di affondare, la Hippo Basket gioca una pallacanestro perfetta su ambedue i lati del campo, infligge a Trinità un break di 10-2 e torna avanti sul 70-72 a 2’30” dallo scadere. Complici l’uscita per cinque falli di Gianluca Campaiola e la serata deludente al tiro di Gianluca De Vita (7 punti), il peso dell’attacco salese è sulle spalle del maggiore dei fratelli di Pontecagnano, peraltro ben contenuto dalla coppia Spera-Cardasco. Neppure il fallo sistematico aiuta Trinità: a cronometro fermo, la Hippo Basket concede nulla o quasi alla pressione e porta a casa la quarta vittoria del suo campionato, la seconda lontano dal PalaSilvestri: 72-80 al 40′. I salesi – al secondo stop della stagione – condividono ora la terza piazza con l’Olimpia Capri, prossima, insidiosissima avversaria sul cammino dei valdianesi: gli isolani hanno infatti sconfitto a domicilio il Basket Team Stabia (62-68). Negli altri anticipi del sabato, successi per Centro Storico Avellino (49-55 sul campo della sempre più deludente Reale Mutua Portici), Athletic System San Giorgio (69-52 al Centro Basket Torre Annunziata) ed Abatese (71-46 sugli Afragola Hawks). Domenica sera le ultime partite dell’ottavo turno: Polisportiva Folgore Nocera – Cava de’ Tirreni Basketball e Pallacanestro Salerno – Polisportiva Sorrento.

Testo di Carmine Marino

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *