Nuova fiammata al Centro Oli di Viggiano. La denuncia di Ola Ambientalista

Ancora una fiammata al Centro Oli di Viggiano. A renderlo noto è il sito dell’associazione Ola Ambientalista: www.olambientalista.it . “Nonostante le rassicurazioni di Eni a mezzo stampa, si legge, ci segnalano da Viggiano come ieri pomeriggio, (sabato 28 novembre) intorno 14,30 vi sia stata una una nuova fiammata al centro oli di Viggiano. La torcia si alzata di diverse decine di metri creando allarme nella popolazione che continua ad essere tenuta all’oscuro di cosa stia accadendo. Quella di ieri pomeriggio è la quarta fiammata nel giro di poche settimane, scrive ancora Ola Ambientalista,  mentre si registra l’assenza di dati sulle emissioni non risultando – affermano i cittadini – di nessuna rassicurazione i comunicati delle compagnie petrolifere tese a tranquillizzare temendo per la salute umana. La Ola è ancora in attesa di conoscere dalla Regione Basilicata e dall’UNMIG quali siano i motivi tecnici di tali fiammate, quali i pozzi che produrrebbero quantitativi di gas in pressione non gestibili dall’impianto e se dell’evento (come lo chiamano le compagnie) sia data comunicazione agli enti titolati della sicurezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#