Insegue l’ex compagna in auto: arrestato un operaio di Sanza di 40 anni per maltrattamenti e atti persecutori

I carabinieri della Compagnia di Sapri, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per atti persecutori e maltrattamenti in famiglia M.S. 40enne di Sanza. La chiamata giunta in Centrale Operativa intorno a mezzogiorno veniva effettuata da una donna, di nazionalità rumena, che a bordo della propria auto unitamente a suo figlio, riferiva di essere in pericolo in quanto inseguita  dal suo ex compagno. La stessa raccontava al telefono ai carabinieri di temere per la sua incolumità visto l’atteggiamento minaccioso che l’uomo aveva assunto da diversi giorni a causa della fine del loro rapporto sentimentale. Immediate le ricerche venivano diramate alle varie pattuglie dei carabinieri presenti in quel momento sul territorio. Dopo pochi minuti, avendo capito che la donna stava percorrendo al S.P. Bussentina, venivano predisposti una serie di posti di controllo, durante uno dei quali gli uomini dell’Aliquota Radiomobile, guidati dal maresciallo Bosco, sono riusciti ad intercettare le due auto, lasciando passare la donna poi scortata presso la caserma di Sanza e bloccando l’uomo. Successivamente alla luce delle dichiarazioni della donna, vittima da diversi giorni di alcuni tentativi di aggressione da parte dell’ex compagno, i carabinieri della stazione di Sanza, sotto la direzione del maresciallo Russo, sono riusciti a ricostruire l’intera vicenda, arrivando all’arresto dell’uomo. Lo stesso è stato immediatamente sottoposto agli arresti domiciliari e a seguito di rito direttissimo, con la convalida dell’arresto, è stata per lui disposta l’applicazione dell’ulteriore misura di divieto di avvicinamento alla donna.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#