Strage di Sassano: 10 anni e 4 mesi per Gianni Paciello

Dieci anni per Gianni Paciello accusato di omicidio colposo plurimo per la strage di Sassano e quattro mesi per guida in stato di ebbrezza. La sentenza è stata decisa quest’oggi al termine di una lunga giornata processuale. In un’aula del Tribunale di Lagonegro alla presenza dei genitori delle quattro vittime (compresa la madre di Gianni Paciello e di uno dei ragazzi deceduti) l’udienza ha avuto inizio con la ricostruzione di quanto avvenuto quella maledetta domenica di settembre 2014 alla rotonda di Silla. Il pm Francesca Frasch dopo aver ripercorso i fatti ha chiesto una condanna di 8 anni. Una richiesta che non ha convinto in pieno gli avvocati di parte civile.  L’avvocato Vita ha auspicato la pena massima con tutte le aggravanti del caso. Medesime considerazioni anche dell’avvocato Amodeo. Cartolano, Ricciardone e Di Paola gli altri legali di parte civile. I difensori di Gianni Paciello (Lavitola e Giuliano) hanno invece impostato la propria difesa su un malore del conducente della vettura (incapacità transitoria) o di un guasto dell’auto. E quindi chiedendo il proscioglimento di Paciello. Inoltre hanno chiesto l’annullamento dell’alcol test effettuato – secondo la tesi difensiva – in modo irregolare e con risultati ”fallaci”. Altro punto sul quale hanno combattuto le parti è l’eventuale ”colpa cosciente” di Paciello. Gli avvocati civile hanno puntato più volte sulla conoscenza del conducente dell’area e della strada e quindi dell’eventuale pericolosità di percorrerla a oltre centro chilometri orari. La difesa ha confutato questa tesi e ha quindi chiesto il proscioglimento e in subordine una pena minima anche per le ”gravi carenze del processo”  sottolineando anche il ruolo della famiglia di Gianni Paciello che pur con un figlio morto ha ”assolto” l’altro figlio. In una udienza ancora una volta drammatica per il ripercorrere una vicenda tragica che ha sconvolto non solo il Vallo di Diano ma l’intero territorio nazionale il giudice Salvatore Bloise ha condannato Paciello a 10 anni, la revoca della patente per 4 anni (più uno per la guida sotto effetto di alcolici), l’interdizione dai pubblici uffici e la conferma degli arresti domiciliari.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#