Custodiva 1965 manufatti esplodenti in un appartamento. La Finanza denuncia un 66enne a Nocera

DSC_0200 DSC_0173Maxi sequestro di materiale esplodente a Nocera Inferiore da parte della Guardia di Finanza. Le Fiamme Gialle hanno scoperto un deposito clandestino di manufatti esplodenti, tra i quali ben 154 comunemente denominati “cipolle”, note per l’elevata potenzialità  deflagrante, indicati come esplosivi  aventi insita la  caratteristica della “micidialità”. Il materiale esplodente, pronto per essere venduto illegalmente, è stato rinvenuto all’interno di un’ abitazione, in totale assenza di licenze, permessi e in spregio delle norme sulla sicurezza, costituendo un potenziale pericolo per l’incolumità pubblica. Rinvenuti nell’appartamento e sottoposti a sequestro 1.965 manufatti esplodenti pronti per la commercializzazione, dei quali, 154 di produzione artigianale, di elevatissima pericolosità, 1.051 classificati dal Ministero dell’Interno come appartenenti alla II categoria della nuova normativa CEE e 760 classificati dal Ministero dell’Interno come appartenenti alla V categoria. Denunciato un 66enne, originario dell’hinterland napoletano, residente a Nocera Inferiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *