Successo per gli eventi natalizi delle parrocchie di San Gregorio Magno e Romagnano al Monte

La cittadina di San Gregorio Magno, non è solo conosciuta per l’apprezzata gastronomia tipica che culmina nell’appuntamento annuale di “Baccanalia” e per le manifestazioni musicali multi-etniche estive, ma anche per l’intensa attività svolta dalla Parrocchia guidata da Don Roberto Piemonte. Alla luce degli accadimenti violenti dell’anno appena trascorso, proprio a sottolineare la necessità di incontrarsi in un momento comunitario illuminati dalla Luce Divina che mostra il giusto cammino, sabato 2 gennaio 2016, alle ore 20, nella Chiesa Madre di San Gregorio Magno, si é tenuto il Concerto di Natale “Una luce nella notte” a cura della Parrocchia di San Gregorio Magno con l’esibizione del Gruppo Corale “Suor Pasqualina”.

coro san gregorio magno 1

Il coro parrocchiale ” Suor Pasqualina “, nasce nel 1971, fondato, appunto, da Suor Pasqualina Trapolin, ed è composto da circa 40 membri tra adulti e adolescenti e partecipa attivamente a tutte le funzioni religiose, nonché eventi che rientrano nell’intero ambito comunitario. Per questa seconda edizione di questo importante appuntamento e momento di aggregazione comunitaria, il tema scelto è “La Luce” espresso dalla stella vista, nel suo sorgere, dai Magi e loro guida nel viaggio verso Betlemme, dove si trova Il Bambino. Infatti, la prima parte del concerto, preceduto dall’Inno ai Filippesi di San Paolo, glorifica la nascita di Gesù, avvolta nel mistero della notte.

coro san gregorio magno 2

Il cammino continua e i Magi compiono un viaggio lungo e disagiato prima di giungere alla grotta di Betlemme e prostrarsi ad adorare, come atto di sottomissione di fronte alla vera ed unica fonte di Sapienza. A lui la Lode e la Gloria nei canti della seconda parte. La terza ed ultima parte del concerto, vede il ritorno dei Magi ai loro paesi per narrare la buona notizia di un Dio fattosi uomo per nuove ed autentiche conquiste. Il pubblico intervenuto numeroso ha apprezzato con attenzione sia la scelta dei canti, che non rientravano solo nella sfera natalizia ma abbracciavano anche temi che hanno toccato profondamente, come la pace, il problema degli anziani e i giovani, che gli interventi di Don Roberto che ha mediato magistralmente il passaggio tra i tre momenti nonché letto e spiegato i brani scelti e i temi contenuti in essi, strutturando il concerto come una vera e propria catechesi. Infatti, esplica Don Roberto: ” “Questo Dio-Bambino entra in un’umanità pervasa dalla presunzione di volare sempre più in alto per sentirsi grande, dal desiderio di conquistare attraverso la violenza e i soprusi e dalla perdita dei valori fondamentali che inaridisce i cuori. Ma proprio la Luce dell’Amore di Dio riempie le immensità dello spazio , illumina gli abissi dell’oscurità del cuore, soffoca la paura, libera dal dolore e dona la gioia del perdono.”

Coro 2

Tirando le somme è stato un successo ed il Gruppo Corale ha ringraziato Don Roberto per aver dato ancora una volta, l’opportunità di condividere con la Comunità intensi momenti di spiritualità e di preghiera, attraverso il Canto.Questo concerto lo si può considerare come un dono fatto all’intera comunità gregoriana, infatti il coro attraverso queste manifestazioni scopre che Servire è Regnare e non c’è Regno più affascinante, più ricco, più stupendo del cuore dell’uomo all’interno del quale si completa l’ amore di Dio. 

coro 3

Ma le manifestazioni canore di queste festività di fine anno che sono state momento di incontro e riflessione intorno alla nascita di Nostro Signore, sono state molteplici e va evidenziato lo spettacolo messo in scena dai bambini nella sala parrocchiale della Chiesa di Maria SS. del Rosario di Romagnano al Monte (SA), nella serata del 30 dicembre. 15 bambini dai 4 ai 10 anni e 20 ragazzi dagli 11 ai 25 anni si sono esibiti in 90 minuti di spettacolo per la gioia della platea stracolma di parenti e amici. Lo spettacolo, organizzato dal gruppo “Fare gruppo è fare chiesa”, diviso in due tempi, condotto da una locale presentatrice, ha spaziato dai temi Natalizi della prima parte, fino alla recitazione, alla musica e alla danza della seconda parte catturando meritati applausi. Un ricco buffet ha concluso la manifestazione dando modo alla comunità romagnanese di scambiarsi gli auspici per il nuovo anno. Presenti alla serata sia Don Giovanni Salimbene che ha guidato la comunità per 42 anni che Don Roberto Piemonte già parroco di San Gregorio Magno, oltre al primo cittadino Giuliana Colucci che ha così commentato la piacevole esibizione giovanile : “Credo che lo spettacolo sia stato un’occasione per dimostrare a noi stessi e agli altri che nonostante questo sia un piccolo paese anche noi siamo in grado di creare eventi in cui riunire la comunità. In particolare sono felice del ruolo di primo piano che hanno avuto i giovani nella rappresentazione: si sono impegnati e hanno coinvolto tutta la cittadinanza, riuscendo alla fine a raccogliere i frutti del loro lavoro con quello che posso dire essere stato un grande successo.”

 Quintino Di Vona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *