Riunione del PD sul Consorzio di Bacino SA/3, scintille e parole grosse tra Imparato ed Esposito

Non sono mancati momenti di tensione all’incontro zonale del PD del Vallo di Diano svoltosi mercoledì scorso e relativo in particolare alla situazione del Consorzio di Bacino SA/3 (GUARDA IL NOSTRO VIDEO SERVIZIO CON L’INTERVISTA A VITTORIO ESPOSITO). L’assemblea dell’Ente, prevista inizialmente per l’11 gennaio, è stata rinviata al prossimo 25 gennaio, ed in vista dell’importante appuntamento i sindaci e gli amministratori del PD valdianese si sono riuniti per cercare di trovare un accordo anche in materia rifiuti, alla presenza del coordinatore Mimmo Cartolano. Presente anche il presidente uscente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bacino SA 3 Vittorio Esposito, che è anche il Commissario Liquidatore per il ramo Rifiuti.

esposito-imparato

L’incontro non è stato certo amichevole, visto la distanza esistente tra le posizioni dei Comuni e quella del Consorzio, evidenziate nei mesi scorsi anche dai decreti ingiuntivi inviati dall’Ente di Camerino di San Rufo per crediti che superano i 2 milioni di euro. Scintille e parole grosse  in particolare sarebbero volate tra Paolo Imparato, sindaco di Padula e Consigliere Provinciale, e lo stesso Vittorio Esposito. Alla fine si è deciso di dare luogo all’ennesimo tavolo tecnico con un pool di esperti e tecnici che dovrebbero mettere mano alle carte e verificare i conteggi, per stabilire con esattezza crediti e debiti. Una operazione che, seppure riuscisse dove molti altri tavoli tecnici precedenti hanno fallito, ovviamente richiede tempo. Tanto che qualcuno tra i sindaci ipotizza anche l’ennesimo rinvio dell’Assemblea del Consorzio, ipotesi smentita categoricamente da Vittorio Esposito, da noi raggiunto telefonicamente.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *