Il Comune di Polla “sfratta” un gruppo di giovani da una struttura pubblica: “Per la presenza di minori e permanenza fino a tarda notte”

Il Comune di Polla ha emesso un’ordinanza con la quale ha “sfrattato” da dei locali comunali, una costituente associazione di giovani che da tempo usava la struttura. I locali comunali sono quelli dell’ex asilo nido in località Loreto. Nella missiva, firmata dal sindaco Rocco Giuliano, la decisione viene motivato dal fatto che sono giunte “numerose lamentele – è scritto nel documento – da parte dei cittadini e da parte di rappresentanti di altre associazioni asssegnatarie nei locali dell’Asilo nido, sul vostro comportamento e segnalando la presenza di giovani di minore età e il potrarsi della vostra permanenza fino a tarda ora”. In base a questa motivazione il sindaco di Polla “invita a procedere allo sgombero di tutte le suppellettili presenti e di consegnare le chiavi del locale entro quindici giorni”. Del fatto è interessato anche il corpo della Polizia locale. Una decisione che, naturalmente, da parte dei giovani interessati che avevano chiesto la struttura (da loro chiamata la “stanza”) per prove musicali non è stata accolta con entusiasmo. Anzi. Per questo motivo si sta sollevando la protesta che per ora corre sul web. E’ possibile che nei prossimi giorni potranno esserci ulteriori proteste.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#