Diocesi di Teggiano Policastro, 10 famiglie accolgono 10 Rifugiati nelle loro Case

Per 6 mesi 10 rifugiati saranno accolti in 10 famiglie del territorio della Diocesi di Teggiano-Policastro. E’ questa la sintesi del progetto “Protetto. Rifugiato a Casa Mia”, presentato alla stampa questa mattina a Teggiano, presso il seminario Vescovile, alla presenza tra gli altri del Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro Mons. Antonio De Luca e del Direttore della Caritas Diocesana  don Martino De Pasquale.

rifugiato a casa mia 3

Il progetto è coordinato dalla Caritas Italiana, e già da alcune settimane nel Vallo di Diano e nel Golfo di Policastro è partita una fase di monitoraggio per poter individuare 10 rifugiati beneficiari e 10 famiglie accoglienti. I beneficiari devono essere cittadini stranieri titolari di un permesso di soggiorno definitivo, singoli o nuclei familiari.

4 5

Già dalla prossima settimana l’accoglienza vera e propria tra alcuni beneficiari e alcune famiglie potrà essere avviata. I beneficiari possono essere accolti nell’abitazione delle famiglia “tutor”, presso locali parrocchiali e presso istituti religiosi. Il progetto vuole essere un tassello di congiungimento tra il rifugiato e la comunità, finalizzato al compimento di un mirato percorso di integrazione. Non è la prima volta che la Caritas Diocesana di Teggiano Policastro diventa protagonista dell’accoglienza diffusa. Lo aveva fatto nel 2013, in seguito all’Emergenza NordAfrica, e lo ha fatto a Natale 2014, quando ha promosso il progetto “Ecco la Stella”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *