San Rufo, 10 milioni di euro di lavori: così “rinasce” il Centro Sportivo Meridionale

Lavori in corso per circa 10 milioni di euro presso il Centro Sportivo Meridionale (GUARDA IL NOSTRO VIDEO SERVIZIO CON LE IMMAGINI)

centro sportivo centro sportivo 3

E’ questo il valore economico degli investimenti in atto presso gli impianti sportivi, con lavori ormai completati o in corso di completamento grazie a progetti realizzati dal Consorzio di Bacino SA 3 con finanziamenti ricevuti dalla Regione Campania o attraverso mutui.

centro sportivo 4 centro sportivo 7

Il presidente uscente dell’ente consortile Vittorio Esposito ci ha invitato nella sede di Camerino di San Rufo per fare il punto della situazione in tema sport e mostrare l’altra faccia del Centro Sportivo Meridionale, fortunatamente molto differente dal degrado e l’abbandono da noi documentato nelle scorse settimane presso “La Masseria” (GUARDA LA NOSTRA INTERVISTA A VITTORIO ESPOSITO)

 

CENTRO SPORTIVO MERIDIONALE .Immagine001 3

Altrettanto doveroso, oltre che un piacere inaspettato, è scoprire e documentare anche le attività sportive ed i progetti collegati che vanno avanti con ottimi risultati, e questo nonostante –come ci conferma Esposito- i Comuni Soci del Consorzio Centro Sportivo Meridionale hanno arretrati per circa 2 milioni di euro mai corrisposti solo per quanto riguarda le quote consortili relative allo sport.

CENTRO SPORTIVO MERIDIONALE .Immagine002 centro sportivo 8

Con la Guida di Esposito e del direttore di Metasport Donato Alberico (GUARDA LA NOSTRA INTERVISTA A DONATO ALBERICO) abbiamo visitato i tanti cantieri aperti, e le immagini parlano da sole.

Dalle attività del Consorzio relative allo Sport emerge un quadro davvero sorprendente, e scopriamo che sono in corso di realizzazione progetti per circa 10 milioni di euro. Nel dettaglio circa 5 milioni sono serviti per il nuovo  Campo di Calcio con pista di atletica (completato al 100%), e per i lavori in corso nel palazzetto dello sport che hanno riguardato il campo polifunzionale e le tribune, ma anche spogliatoi, infissi e impiantistica (realizzati al 70% e la nuova area fitness, danza e ristorazione di 600 mq (realizzata al 70%).

centro sportivo 5 centro sportivo 11

Il nuovo campo da tennis e calcetto coperto (completato al 70%) è stato finanziato con un mutuo di circa 700mila euro. Infine l’albergo per uso Foresteria è stato finanziato dalla Regione attraverso un altro progetto per quasi 4 milioni di euro, e realizzato al 50%.

centro sportivo 12

Dunque il quadro tracciato da Esposito per lo Sport è confortante nonostante –e questo bisogna sottolinearlo- i circa 2 milioni di euro che i comuni soci del consorzio  (e precisamente Atena Lucana, Auletta, Buonabitacolo, Caggiano, Corleto Monforte, Monte San Giacomo, Padula, Petina, Polla, San Pietro al Tanagro, San Rufo e Sassano), non hanno mai corrisposto. Tra questi comuni solo San Pietro al Tanagro è in regola, e solo un paio hanno riconosciuto i debiti e cominciato a pagare gli arretrati. Nonostante ciò visitando il Centro Sportivo Meridionale ci si rende conto che si tratta di un cantiere aperto, e che fervono le attività volute non per rifare un semplice “lifting” alla struttura, ma per renderne possibile un rilancio ed un vero e proprio salto di qualità. Sembrano esserci insomma tutte le condizioni affinchè il Centro Sportivo Meridionale possa tornare ad essere quella struttura capace di rendere orgogliosi i cittadini valdianesi, unica nel sud Italia. La sfida, oltre al completamento dei lavori nei tempi stabiliti e all’organizzazione di manifestazioni di alto livello, sarà quella di far conoscere il Centro e di renderlo ancora più accessibile e usufruibile da tutti, a partire dai bambini e dai ragazzi delle scuole fino agli anziani e ai cittadini di tutti i comuni. Ovvio che per ottenere questi risultati c’è bisogno di una rete nella quale tutti ma proprio tutti (Consorzio e Metasport, Scuole, Amministratori, Associazioni) remino nella stessa direzione.

centro sportivo 13 centro sportivo 14

I DATI DELLO SPORT DEL CONSORZIO DI BACINO SA 3 E DI METASPORT:

SCARICA DATI E ATTIVITA’-Case History Metasport

A Luglio 2008 per  gestire le attività sportive è stata creata Metasport, società controllata al 100% dal Consorzio e che detiene in gestione la piscina, i campi da tennis e l’area fitness del Centro Sportivo Meridionale di San Rufo. Lo staff è costituito da 12 istruttori di nuoto, una istruttrice di tennis con preparatore atletico laureato ISEF e un palleggiatore, 2 Istruttori di fitness, 2 Assistenti spogliatoio, 3 Amministrativi, 1 Manutentore, il Direttore Donato Alberico, un Ufficio Tecnico di Progettazione Consortile, e 5 Ditte di Autotrasporto Bus Navetta clienti. In più ci sono i fornitori esterni  per il settore termoidraulico, elettrico e per le pulizie.

centro sportivo 15 centro sportivo 16

Il fatturato complessivo del 2014 è stato di 400mila euro, con chiusura in pareggio di costi e ricavi. Con elettricità e acqua prodotti in proprio per la maggior parte, grazie all’impianto fotovoltaico in funzione, la perdita (che nel 2008 era di 300mila euro) per il 2014 si è attestata a 110mila euro (compresi ammortamenti) e si riferisce quasi esclusivamente all’utenza del GAS. Poiché quella di consentire a tutti i cittadini del Vallo di Diano e dei comuni limitrofi la pratica dello sport è la “mission” per la quale il Consorzio Centro Sportivo Meridionale è stato creato, le perdite dovrebbero essere ammortate con le quote consortili del comuni, che però come detto non pagano: alcuni addirittura da 10 anni.

centro sportivo 17 centro sportivo 18

Nonostante ciò presso il Centro Sportivo afferiscono quasi 1000 iscritti all’anno presso gli impianti in funzione: piscina coperta semi-olimpionica, area fitness e campi da tennis. Sono invece quasi 7mila gli utenti in banca dati. Ogni anno vengono organizzate diverse manifestazioni, tra le quali la MetaMarathon (giunta alla 6^ edizione e con circa 700 partecipanti) e le Miniolimpiadi (giunte alla 3^ edizione e con 120 bambini partecipanti). Altri eventi e attività riguardano i corsi per disabili con la Caritas, le terapie di recupero funzionale degli arti, i campi estivi, i corsi per anziani e bambini da 0 a 3 anni, gare e manifestazioni di nuoto, pallavolo e tennis a carattere regionale. Presso il Centro Sportivo sono presenti presidi medici e defibrillatore.

pasquale e alberico

Per quanto riguarda il piano tariffe 2016/2016 Metasport su disposizione del Consorzio ha previsto un piano tariffe scontato di circa il 40% ai cittadini dei 12 Comuni Soci, mentre ai Comuni non consorziati è stato richiesto un contributo “minimo” per riconoscere le stesse tariffe agevolate. Ma come ribadito i comuni consorziati non hanno pagato le loro quote, mentre tra quelli non consorziati solo Casalbuono ha aderito, e le tariffe agevolate non possono essere applicate agli utenti.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Michela ha detto:

    Contributi ” minimo”…. Ma se sono raddoppiate!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#