Lite tra consiglieri di maggioranza del Comune di Padula. Citato a giudizio uno dei due amministratori

Un acceso diverbio tra consiglieri di maggioranza del Comune di Padula finisce prima in Procura e poi in Tribunale. Uno dei due consiglieri è stato citato in giudizio con l’accusa di ingiurie e minacce nei confronti del “collega” di lista e assemblea pubblica. Insomma l’avvicinamento alla prossima campagna elettorale per l’elezione del sindaco della cittadina della Certosa di San Lorenzo non si prospetta certo privo di scintille e tensione. In attesa della formazione delle varie liste (potrebbero essere in diverse) e nel pieno del trattative per il formarsi delle squadre elettorali, questa nuova notizia va a inserirsi in una situazione politica che sembra davvero complessa. L’otto aprile del 2016 il consigliere di maggioranza in questione dovrà presentarsi dinanzi al giudice di Pace di Sala Consilina. Sono diversi gli episodi che dovranno essere esaminati dal giudice e che hanno portato il vice procuratore onorario Luciana Barile del Tribunale di Lagonegro alla citazione in giudizio del consigliere comunale padulese. Tra i vari episodi (che risalgono all’aprile dell’anno scorso) anche – secondo quanto emerso da una denuncia di parte – una furente lite durante un consiglio comunale. Minacce e ingiurie nate – sempre secondo quanto si legge dalla denuncia – per motivi personali e politici per se entrambi i consiglieri sono stati eletti nelle fila della stessa squadra elettorale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#