Consiglio Nazionale Forense critico con la Riforma Giudiziaria. Paladino “Speranza per riapertura Tribunali soppressi”

Immagine (4)Il Consiglio Nazionale Forense, organismo unitario composto da  circa 230mila avvocati, “esprime con un documento una posizione molto critica nei confronti della riforma della geografia giudiziaria, chiedendo alla Commissione Giustizia  e al Ministro della Giustizia di non procedere ad ulteriori tagli, di qual si voglia genere e di recuperare, invece, alcune sedi giudiziarie nel rispetto del “principio di prossimità del giudice, che deve prevalere su quello del risparmio, per altro rivelatosi inesistente”. Lo rende noto l’Avvocato Angelo Paladino,  Presidente della Sezione Giuristi Cattolici Italiani di Sala Consilina e membro del Comitato Pro Tribunale. “Il documento odierno è una novità assoluta perché il CNF non aveva mai espresso giudizi così chiari e negativi sul tema, aggiunge Paladino. Fra l’altro il parere dell’organismo unitario dell’avvocatura nella Commissione Ministeriale ha un peso notevole e ciò fa sperare ad una probabile riapertura di alcuni tribunali soppressi. La soppressione del Tribunale di Sala Consilina, unico fuori regione, ha evidenziato le maggiori criticità, continua l’avvocato di Sala Consilina. Quello che è mancato e manca è l’iniziativa politica a tutti i livelli, nonostante le sollecitazioni mie e di altri amici ai politici di turno, cominciando dal Sindaco di Sala Consilina fino ai parlamentari. Altri si sono mossi nella giusta direzione, come per esempio il Tribunale di Vigevano che vive la nostra stessa condizione. La riapertura del Tribunale di Sala Consilina, fra l’altro, farebbe recuperare numeri anche alla Corte d’Appello di Salerno, conclude Angelo paladino,  oggi fortemente messa in discussione”.

Immagine (2) (2)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *