La Finanza scopre 27 lavoratori “in nero” in un supermercato di Vallo della Lucania. Maxi sanzione per il titolare

Le Fiamme Gialle della Tenenza di Vallo della Lucania hanno scoperto 27 lavoratori “in nero” che prestavano la loro opera all’interno di un supermercato. Per il titolare della società sottoposta ad ispezione è scattata  una maxi sanzione che va da 1.950 a 15.600 euro per ciascun lavoratore occupato “in nero”, oltre a 190 euro per ogni giornata svolta irregolarmente e da 1.300 a 10.400 euro per ogni lavoratore “in nero” in seguito regolarizzato, con l’aggiunta di 39,00 euro per ogni giorno di occupazione. Per le condotte accertate dal 24.09.2015, con l’avvento della nuova normativa in materia di lavoro, l’entità della pena va da un minimo di 1.500 ad un massimo di 9.000 euro per ogni lavoratore impiegato “in nero” per meno di 30 giorni e da un minimo di 3.000 ad un massimo di 18.000 euro  per ogni lavoratore impiegato “in nero” per più di 30 giorni. Nello specifico  la sanzione amministrativa comminata è  di circa 86 mila euro. Qualora il trasgressore non fornirà la prova dell’avvenuta regolarizzazione dei dipendenti e del pagamento della sanzione entro termini prescritti, la sanzione lieviterà notevolmente, superando i 400 mila euro.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *