Cantone: “La Provincia di Salerno è un esempio di corretta gestione amministrativa”

La Provincia di Salerno è un esempio di corretta gestione e trasparenza amministrativa. Ad affermarlo – secondo quanto si legge sul sito della Provincia di Salerno – è l’Anac, l’Autorità Nazionale Anticorruzione, presieduta da Raffaele Cantone, con riferimento alla normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza degli enti pubblici.

“Tutte le Pubbliche Amministrazioni – è scritto ancora – sono ormai obbligate, non solo sulla base della legge 190/2012, ma anche da spinte morali e da esigenze economiche, ad organizzarsi strutturalmente per contrastare il dilagare di comportamenti illegali, sempre più rilevanti, che incidono sull’azione amministrativa, sul suo governo, ed essenzialmente sui suoi costi”.

La Provincia di Salerno, guidata da Giuseppe Canfora, è stata tra le prime in Italia a dotarsi di un sistema che costituisce, senza dubbio alcuno, un progresso autentico verso il tentativo di contenere situazioni illegali, collusive, immorali, che possano caratterizzare l’attività amministrativa, manifestandosi attraverso abusi di soggetti operanti nella Pubblica Amministrazione e dell’uso distorto dei poteri e dei compiti loro affidati. “Il Piano anticorruzione adottato dalla Provincia di Salerno – scrive l’Ente – è il giusto strumento per promuovere la cultura della legalità, e dell’integrità, nel settore pubblico, a cominciare dagli appalti, con l’abolizione del massimo ribasso. Non è soltanto un adempimento formale, magari fine a se stesso, ma, viceversa, rappresenta la classica occasione da non perdere, a riprova che amministrare bene è ormai una richiesta insopprimibile e vitale, e che l’elusione dei comportamenti collusivi deve rappresentare la prima regola da applicare quando si governa e si amministra. In questa prospettiva, il Piano della Provincia di Salerno riveste una funzione fondamentale: quella di un sistema stabile ed efficace di contrasto alla corruzione ed all’illegalità in genere, attraverso la pubblicazione di tutti i dati, le notizie, le informazioni, gli atti ed i provvedimenti amministrativi nel sito web dell’Ente. Anche così è assicurata la trasparenza. In special modo vengono evidenziate le informazioni relative alle attività per le quali risulta maggiore il rischio di corruzione; le informazioni relative ai procedimenti amministrativi, secondo criteri di facile accessibilità, completezza e semplicità di consultazione, nel rispetto delle disposizioni in materia di trasparenza; i costi di realizzazione delle opere pubbliche e di produzione dei servizi erogati ai cittadini”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *