A Sant’Arsenio si ricorda il cantastorie Enzo Del Re, con un libro e due CD

Cantastorie e corpofonista, Enzo Del Re è stato l’interprete più autentico di una stagione di impegno civile nella quale le canzoni di lotta e di protesta animavano il sogno di una società diversa. Con uno stile e un linguaggio inconfondibili, schioccando la lingua e percuotendo sedie e valigie o qualsiasi altro oggetto che potesse ritmare la sua urgenza di vita, è stato protagonista di memorabili esperienze culturali e teatrali, da “Ci ragiono e canto 2” agli spettacoli con Nuova Scena, il Teatro Operaio e i Circoli Ottobre, per poi eclissarsi nella sua Mola di Bari, mentre il movimento del ’77 eleggeva a proprio inno una sua canzone, Lavorare con lentezza.

Venerdì 25 marzo al Dago Red di Sant’Arsenio ore 19, sarà presentato il libro di Timisoara Pinto,
“Lavorare con lentezza – Enzo Del Re il corpofonista”. Un libro che raccoglie tutta la storia o quasi di un musicista che agli strumenti tradizionali preferiva le percussioni della sua inseparabile amica: la sedia.

Timisoara Pinto è giornalista esperta musicale di Radio Rai Uno, membro della Giuria del Premio Tenco, e critica del quotidiano Il Tempo.  Con le ci sarà Andrea Satta musicista del gruppo storico Tetes de Bois.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *