Il “Meeting del Mare” lascia Marina di Camerota. Botta e risposta tra don Gianni Citro ed il sindaco

Il “Meeting del Mare”, lo storico evento estivo diretto da don Gianni Citro lascia di Marina di Camerota, meta ogni anno per migliaia di giovani per l’evento che da anni ormai ha segnato l’apertura della stagione estiva. Il sacerdote spiega il perché in una lettera nella quale non risparmia critiche al Comune di Marina di Camerota. “Cari amici del Meeting del Mare, scrive don Gianni Citro,  quest’anno lo storico appuntamento di arte cultura e musica che ci ha fatti sempre incontrare sulla spiaggia di Marina di Camerota, è costretto ad emigrare. Le gravi inadempienze, aggiunge il sacerdote, del Comune di Camerota ai danni della procedura di finanziamento europeo destinato all’evento non lascia via di scampo. A nulla sono valsi i continui e pressanti solleciti rivolti ad amministratori e funzionari. È un grande dolore, aggiunge don Gianni,  dare questa notizia ed è stato difficilissimo arrivarci. A breve comunicheremo le nuove locations”. Tra le location date per certe c’è Sapri, il cui primo cittadino si è detto “disponibile” ad accogliere la manifestazione. Sembra però che il Meeting si svolgerà in più cittadine cilentane. Tra queste si vocifera anche Ascea Marina.  Intanto, non si fa attendere la risposta del sindaco di Marina di Camerota, Antonio Romano che tiene a precisare, anche lui tramite un comunicato stampa pubblicato sulla sua pagina facebook gli aspetti denunciati da don Gianni relativi alle  “alle gravi inadempienze del Comune di Camerota” . “Le gravi inadempienze a cui fa riferimento Don Giani Citro, scrive Romano,  non esistono nella realtà e appaiono, con il passare delle ore, solo come un pretesto per trasferire la manifestazione altrove. I soldi per il Meeting del Mare sono stati accreditati il 9 Marzo del 2016 su un conto corrente vincolato aperto proprio per tale finanziamento, cioè i fondi non possono essere utilizzati per altri scopi e non sono scomparsi come lui dice.  Nella stessa data gli uffici comunali hanno redatto e pubblicato le determine di liquidazione. La sera del 21 Marzo 2016 i mandati di pagamento sono stati preparati. Le somme non sono ancora state accreditate ai fornitori solo per una temporanea assenza del personale della tesoreria comunale gestita dalla banca Monte Paschi. Il sindaco, quindi rivolgendosi ai suoi cittadini si interroga “su quali siano le inadempienze denunciate da don Gianni e se alla base della decisione del sacerdote ci siano motivi personali, differenti vedute politiche o altre convenienze”.  “Il Meeting del Mare, termina Antonio Romano,  appartiene al territorio di Camerota e alla sua comunità,. Sono disponibile, come sempre, ad un pubblico confronto per trovare un punto di incontro affinchè il Meeting resti nella sua sede naturale: MARINA DI CAMEROTA!”

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#