Ricigliano, inaugurata la Casa Comunale dopo i lavori di efficientamento energetico

Con il tradizionale taglio del nastro è stata inaugurata a Ricigliano la rinnovata Casa Comunale, a seguito dei lavori di efficientamento energetico che hanno interessato la struttura. Gli interventi, che hanno consentito l’ottimizzazione della coibentazione, l’impiego del nuovo impianto fotovoltaico e di un impianto di riscaldamento geotermico di ultima generazione oltre che l’ausilio di un impianto di domotica, permetteranno al Comune un risparmio quantificato tra i 15mila e i 20mila euro annui.

Ricigliano 1 Ricigliano 3

Dopo la benedizione del Parroco Don Cesare Quinde, il tradizionale taglio del nastro alla presenza tra gli altri del Sindaco di Ricigliano Francesco Turturiello, dell’On. Simone Valiante e della Senatrice Angelica Saggese. Presenti anche Giovanni Caggiano, Presidente della Comunità Montana Tanagro Alto e Medio Sele, il Consigliere Provinciale Gerardo Malpede, ed il Maresciallo Santo De Rosa che guida la Stazione Carabinieri di San Gregorio Magno.

Ricigliano 2 Ricigliano 4

All’inaugurazione hanno preso parte anche svariati sindaci e consiglieri comunali del comprensorio in rappresentanza dei Comuni di San Gregorio Magno, Buccino, Muro Lucano, Auletta, Salvitelle, Valva, Contursi Terme e Caggiano. I lavori di efficientamento energetico sono stati finanziati dalla Regione Campania nell’ambito dell’accelerazione della spesa con l’utilizzo dei Fondi Europei nell’ambito del POR Campania 2007-2013. Nel corso dell’inaugurazione si è voluto portare sotto i riflettori anche altri “lavori in corso” a Ricigliano, quali la metanizzazione, la linea ADSL (che permetterà una navigazione web “low cost” ai Riciglianesi), la Pubblica Illuminazione a LED, il rifacimento della pavimentazione nella piazza antistante al Comune, il circuito di video-sorveglianza urbana con 30 telecamere, il restyling dell’Auditorium Comunale “Arch. Rosa Bruni” e il restyling dell’Aula Consiliare.

Cinthia Vargas

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *