“Alberi pericolosi” a Sant’Arsenio, l’esito della perizia della Provincia di Salerno “Vanno rimossi”

E’ arrivato l’esito della perizia effettuata dal funzionario incaricato, il Dott. Angelo D’Acquisto,  dalla Provincia di Salerno di recarsi sul posto a Sant’Arsenio, sulla SR 426 dove il sindaco Antonio Coiro ha disposto l’abbattimento di 37 alberi, della specie pino marittimo, considerati “pericolosi per l’incolumità pubblica”. Una decisione che ha provocato un acceso dibattito tra l’amministrazione comunale, alcuni cittadini pro e contro l’abbattimento ed il Codacons Vallo di Diano, che aveva sollecitato il sopralluogo del dirigente provinciale per verificare “la pericolosità degli arbusti”. “L’alberatura va rimossa, scrive il Dott. D’Acquisto, nella relazione inviata , tra gli al sindaco di Sant’Arsenio, Antonio Coiro, e per conoscenza al Comando Stazione Forestale di Polla e al Codacons Vallo di Diano, perchè il pericolo derivante dalle sue attuali condizioni strutturali genera un elevato grado di rischio in conseguenza del contesto nel quale gli alberi sono inseriti, anche in considerazione del fatto che, i pini domestici risultano soggetti a schianti improvvisi”.  Il funzionario, inoltre ritiene che “non sia opportuno selezionare soggetti arborei da salvaguardare, sia in ragione della pressoché totale diffusione nei singoli esemplari delle anomalie strutturali segnalate, sia dei prevedibili effetti negativi che l’eventuale diradamento dell’alberatura  produrrebbe sugli alberi superstiti”. Infine il Dott. D’Acquisto propone che gli alberi da rimuovere “vengano sostituiti con alberi di specie latifoglie, come ad esempio i lecci, i tigli o gli aceri, comunque di caratteristiche vegetative tali da assicurare l’opportuno e tempestivo ripristino della componente vegetale rimossa”.

LEGGI NEL DETTAGLIO LA RELAZIONE TECNICA (Clicca sulle immagini)

Report alberatura S. Arsenio

Report alberatura S. ArsenioReport alberatura S. ArsenioReport alberatura S. Arsenio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Report alberatura S. ArsenioReport alberatura S. ArsenioReport alberatura S. Arsenio

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#