Ordinanza di Sicurezza balneare: i consigli per bagnanti e diportisti della Guardia Costiera

Anche quest’anno, con l’obiettivo di offrire al bagnante e al diportista, durante tutta la stagione balneare, l’opportunità di fruire del mare nella massima sicurezza e nel rispetto delle disposizioni di legge, sta per partire l’operazione “Mare Sicuro 2016”. La fase “preparatoria” (che partirà, come di consueto, in giugno) coinvolgerà gli operatori turistici, le amministrazioni locali e i cittadini sul corretto uso delle spiagge e dello specchio acqueo destinato alla balneazione, suggerendo comportamenti e linee guida da tenere per assicurarne il corretto e sicuro godimento. La campagna di prevenzione che la Guardia Costiera avvia ogni anno si serve sempre più del supporto dei nuovi canali di informazione e comunicazione che, al passo con le mutate realtà sociali e culturali, hanno la finalità di raggiungere maggiormente l’utenza più giovane. Ed invero, la collaborazione ormai consolidata con le scuole del territorio e gli incontri volti a sensibilizzare gli studenti sui temi della sicurezza e della responsabilità in mare, stanno già sortendo l’effetto di una maggiore attenzione alla salute del mare e ad una più matura consapevolezza dei pericoli che derivano da una non corretta fruizione di tale importante risorsa che porta, in molti casi, proprio i giovani ad ammonire gli adulti (sempre più restii a cambiare le loro abitudini). Di qui l’idea – in collaborazione con la Prof. Daniela Novi, Dirigente Scolastico dell’I.S.I.S. Giovanni XXIII di Salerno, del Dott. Pierluigi Carraro, Pres. del Rotary Club Salerno Est e del C.V. (CP) Gaetano Angora, Capo del Compartimento marittimo e Comandante del porto di Salerno – di iniziare la diffusione della nuova brochure divulgativa “Consigli per bagnanti e diportisti” proprio dal predetto Istituto venerdì 6 maggio, alle ore 10.00, affinché si radichi sempre più nella collettività la consapevolezza che anche l’inosservanza delle più elementari norme di sicurezza sono, non di rado, causa di incidenti dalle conseguenze finanche mortali.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *