Erba alta e servizi igienici guasti accolgono i turisti alla Certosa di San Lorenzo. La direzione: “Ci scusiamo”

Ultimamente ai turisti che si recano alla Certosa di San Lorenzo a Padula si presenta uno spettacolo poco adeguato alle bellezze artistiche ed architettoniche del monumento dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità e inserito nel 2002 dalla Regione Campania nel novero dei Grandi Attrattori Culturali. Servizi igienici guasti ed erba alta, come mostrano le fotografie inviateci da alcuni  visitatori, accolgono le centinaia di persone al Chiostro grande. “Siamo spiacenti per il disagio arrecato dal ritardo nell’esecuzione delle manutenzioni, come il taglio dell’erba – fanno sapere dalla Direzione del Polo Museale della Campania – ma sono ancora in atto le procedure amministrative per il conferimento degli incarichi alle ditte esecutrici”. Ancora una volta le procedure e quindi la burocrazia mostrano la propria inadeguatezza nella gestione della cosa pubblica col rischio che un po’ di erba alta vanifichi lo sforzo messo in campo dalla neo Direttrice Alfinito, il cui operato ha fin da subito avuto una ricaduta positiva in termini di attrazione turistica con un aumento considerevole dei visitatori nei primi mesi dell’anno. Difficile trovare delle responsabilità. Di certo il caso alimenterà le polemiche accendendo gli animi nell’agone politico padulese quando la campagna elettorale per l’elezione del Sindaco entrerà nel vivo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *