Cittadinanzattiva Sapri – Golfo di Policasto: “Sgomenti per il Piano Ospedaliero Regionale”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Cittadinanzattiva Sapri – Golfo di Policastro in merito alla pubblicazione del Piano Ospedaliero  della Regione Campania

“A seguito di una attenta lettura della documentazione pubblicata dalla Regione Campania in merito al Piano di riordino ospedaliero Emergenza/Urgenza, nonostante i positivi riscontri in merito alla riconferma della Terapia Intensiva, del riconoscimento dello spoke di pediatria e per l’ictus  e all’aumento di posti in Cardiologia, Ortopedia, Pediatria, Lungodegenza e Unità Coronarica, dobbiamo purtroppo registrare il declassamento dell’UTIC da unità complessa ad Unità Operativa Semplice (UOS). Inoltre apprendiamo con un pò di rammarico che le nostre richieste in merito alla Nefrologia/Dialisi e alla disponibilità di posti letto per la Gastroenterologia, Oculistica e Urologia, sono state disattese nonostante i colloqui con il Commissario Goverantivo Polimeni. L’offerta totale di posti letto è passata da 120 a 114 (6 posti in meno in chirurgia) ponendo l’intera struttura in un percorso probabile di difficoltà per il mantenimento dei livelli standard di sicurezza ed efficienza nel prossimo futuro. Ciò che ci lascia più sgomenti è che l’offerta di servizi sanitari a nord del Golfo di Policastro risulta potenziata a dismisura, fatto che ci fa pensare che le scelte operate all’interno del piano siano guidate più da logiche politiche che da reali esigenze sanitarie dei territori. Il nostro impegno continuerà con maggiore vigore. Stiamo già organizzando incontri presso l’AGENAS che ha il compito di approvare il piano prima dell’invio definitivo al Ministero. Siamo pronti a qualsiasi forma di protesta e lotta per garantire i servizi sanitari al nostro territorio. Una vita umana non può avere maggiore valore di un’altra”.

Coordinatore Tribunale del Malato- Vincenzo Lovisi

CittadinanzAttiva- Assemblea Territoriale di Sapri- Coordinatore Lorenzo Latella

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#