Comunità montana Monti Picentini, una boccata d’ossigeno per 150 operai. In arrivo gli stipendi arretrati

Il presidente della Comunità montana Monti Picentini, Egidio Rossomando e la sua Giunta (Vicepresidente Mariarosaria Della Calce e Gerardo Marotta), avevano preso l’impegno, sin dal primo momento dell’insediamento, che la priorità sarebbe stata rivolta agli operai dell’Ente, facendo sì che le annualità arretrate fossero retribuite. Detto, fatto. La Comunità montana Monti picentini ha erogato due mensilità (Marzo-Aprile 2015) ai propri operai idraulico-forestali, procedendo all’anticipazione di cassa (delle 21 comunità solo tre hanno anticipato); così come consigliato dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Una boccata d’ossigeno per i 150 operai picentini che, nonostante le tante mensilità arretrate, lavorano con abnegazione e spirito di sacrificio. Restano ancora dodici le mensilità arretrate che gli operai picentini dovranno riscuotere; ma, come dichiara il sindaco di Montecorvino Rovella e presidente dell’Ente montano, Egidio Rossomando, con una certezza che: “Così come ci ha garantito il presidente, De Luca – nell’incontro che c’è stato qualche giorno fa a Napoli tra i presidenti degli enti montani e i dirigenti della Regione – i decreti dirigenziali non saranno esigibili prima del mese di giugno. I nostri operai -sottolinea il presidente, Rossomando- dovranno pazientare un altro poco, perché il presidente De Luca ha preso un impegno verso le comunità montane e, sono sicuro, che lo manterrà”. All’attenzione della Giunta Rossomando non c’è solo l’interesse e l’impegno per le mensilità, che resta il punto focale; ma programmare progetti da inserire nei PSR. “Abbiamo deliberato in Giunta- sottolinea Rossomando- di adottare il programma delle opere pubbliche, da approvare nel prossimo Consiglio Generale che si terrà 25 maggio prossimo, in maniera tale da poter presentare nella prossima programmazione del PSR 2014/2020”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#