Impianto di compostaggio, Annunziata al Gruppo Positivo: “Informatevi prima di dire il falso”

“Prima di fare comunicati e dire cose non vere, dovrebbero informarsi”. Sergio Annunziata non ci sta e risponde così alle dichiarazioni fatte dal Gruppo Positivo in merito all’impianto di compostaggio comprensoriale da costruire a Sala Consilina. “Sull’impianto di compostaggio, afferma il vice sindaco di Atena Lucana e presidente della conferenza dei sindaci dell’ASL di Salerno, confermo la mia posizione di fare iniziative comuni, così come da tempo concordato e condiviso nei vari tavoli istituzionali alla Comunità Montana. In merito, infatti, si era sempre deciso di fare un impianto di compostaggio a “MISURA” del Vallo di Diano (con 15.000 tonnellate/anno di rifiuti da smaltire) gestito, diretto e controllato dai comuni del nostro territorio, da collocare in un sito scelto da tutti i comuni. Pertanto, incalza Annunziata, non si ravvede nessuna ingerenza nei confronti di altri comuni né ho mai preso decisioni per altri comuni. La mia dichiarazione è stata sempre tesa alla trasparenza e al coinvolgimento di tutte le amministrazioni, specialmente per questi settori delicati”. E poi le rassicurazioni di Annunziata rivolte direttamente ai membri del “Gruppo Positivo” . “Saluto e ringrazio il Gruppo Positivo, a cui ho sempre dato disponibilità e sostegno nelle loro iniziative, come la lotta al petrolio, e li riassicuro di aver sempre nutrito sia rispetto istituzionale che una forte amicizia verso la Città di Sala Consilina e soprattutto verso l’amministrazione di cui mi onoro di essere amico e “sostenitore”. Annunziata poi puntualizza i dettagli del bando: “Siccome il bando, o meglio la manifestazione di interesse, prevede almeno 30.000 tonnellate di rifiuti da smaltire all’anno, da far gestire all’ATO (Ambiti Territoriali Ottimali) come previsto dalla nuova legge sulla gestione dei rifiuti, ciò avrebbe comportato quindi solo un semplice ristoro per i comuni ospitanti l’impianto”. “Queste condizioni, conclude Annunziata, sono contro la programmazione proposta nei tavoli da anni costituiti alla Comunità Montana. Pertanto si è deciso di non partecipare al bando. Decisione presa da tutti i comuni della Comunità Montana che si sono riuniti per discutere della questione e non solo dal Comune di Sala Consilina, come traspare nel comunicato a firma del Gruppo Positivo”. Infine la stoccata finale di Annunziata: “Come sempre si preferisce gridare subito “Al lupo, al lupo!” e invece alla fine si scopre che si tratta di un semplice dolce agnellino”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#