Padula “sogna in grande”: una “Disneyland in salsa valdianese” vicino alla Certosa?

Un parco giochi a tema, ovvero una “Disneyland in salsa valdianese”, vicino alla Certosa di Padula. Adesso che la campagna elettorale è finita, adesso che i cittadini hanno espresso con il voto nelle urne  il loro inappellabile giudizio, è inevitabile portare sotto i riflettori quella che probabilmente è stata la proposta più originale presentata da un candidato valdianese alle ultime elezioni amministrative.

giovanni cancellaro

A proporre il progetto di un grande parco giochi a tema nel Vallo di Diano è Giovanni Cancellaro, neo-eletto nel nuovo consiglio comunale di Padula nella lista risultata vincente guidata dal sindaco Paolo Imparato. L’idea nasce già nella passata consiliatura, nella quale Cancellaro pur essendo consigliere di minoranza aveva già definito, in collaborazione con la giunta Imparato, i contorni dell’inedita iniziativa, approvata con voto unanime dal Consiglio Comunale. Nel frattempo è stata anche  individuata l’area nella quale il Parco Giochi dovrebbe sorgere, non lontano dalla Certosa di San Lorenzo, con un investimento iniziale di circa  30 milioni di euro. Evidenti le finalità dell’iniziativa: incrementare notevolmente non solo il flusso turistico a Padula e nel Vallo di Diano, ma anche e soprattutto la durata della permanenza di turisti e visitatori, con immaginabili benefici per le strutture ricettive e per la comunità intera. Insieme ad un non trascurabile indotto di 80/100 posti di lavoro. Adesso che la campagna elettorale è finita Giovanni Cancellaro, eletto questa volta nella lista di maggioranza, rilancia la proposta, e promette a breve la definizione del progetto anche dal punto di vista finanziario ed esecutivo. Un progetto di certo ambizioso, che non mancherà inevitabilmente di suscitare discussioni in un territorio come quello valdianese che da lungo tempo ha smesso di sognare e di proporre, e che si limita sempre e comunque a giocare in difesa e a dire “NO”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *