Sant’Arsenio, venerdì 1 luglio la consueta Assemblea dei Soci dell’Associazione Monte Pruno Giovani.

Il gruppo di giovani della Banca Monte Pruno si riunirà a Sant’Arsenio presso la Sala Cultura della sede amministrativa della Banca, dalle ore 19:00. Il programma prevede una prima parte istituzionale dove si svolgeranno i lavori assembleari e verranno condivise le strategie ed i progetti futuri che verranno realizzati. La seconda parte, invece, prevede la presentazione, a cura di Stefania Morena, addetta ai Sistemi Informativi della Banca Monte Pruno, dell’APP In Bank, l’applicazione che consente di monitorare e gestire direttamente dallo smartphone il proprio conto corrente. Sarà, infatti, un modo per far comprendere meglio ai giovani come sta cambiando il mondo bancario e come sia possibile avere in tasca tutti i servizi bancari offerti dalla Banca Monte Pruno. Durante l’ultima parte della serata, oltre ad un momento conviviale tra i presenti, il giardino antistante la sede della Banca Monte Pruno ospiterà uno spettacolo musicale di Luigi Gargano e Naomi Rivieccio.

monte pruno giovani 2

“Quest’anno durante l’Assemblea – ha dichiarato il Presidente dell’Associazione Monte Pruno Giovani Giuseppe Nese – cercheremo di coinvolgere, ancora di più, i circa 650 giovani associati, così da condividere idee e progettualità. Chiudiamo un anno davvero importante per l’Associazione caratterizzato, prima di tutto, dai positivi momenti di presentazione dell’Associazione tenuti prima a Vallo della Lucania e poi a Potenza. In aggiunta, abbiamo potenziato anche le attività culturali promosse dalla Monte Pruno Baby, il nostro club dedicato a chi ancora non ha compiuto i 15 anni ed alle loro famiglie. Insieme a tutto il Direttivo siamo soddisfatti, ma comunque molto motivati per fare ancora meglio. Colgo l’occasione per ringraziare i vertici della Banca perché ci danno quotidianamente tanta fiducia e forza per proseguire nella nostra missione, cioè promuovere la cooperazione ed i valori della Banca Monte Pruno anche tra le giovani generazioni”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#