Armi detenute illegalmente a Salerno: la Polizia sequestra 72 tra fucili e pistole

La Polizia di Salerno sta effettuando una serie controlli sul possesso di armi, per verificare sia il persistere dei requisiti soggettivi (idoneità psico-fisica e pregiudizi penali), sia il rispetto delle norme relative alla detenzione e custodia di armi e munizioni. Nel corso delle verifiche sono stati segnalati alla Procura della Repubblica 136 cittadini che detenevano le armi in luogo diverso da quella indicato nella denuncia di detenzione. Si è proceduto al sequestro penale di 72 armi, tra fucili e pistole che risultavano detenute illegalmente.In particolare, a carico di un noto collezionista di armi residente in Salerno, si è proceduto al sequestro penale di una mitragliatrice illegalmente detenuta nonché di 13 pistole che risultavano di calibro vietato dalla legge, già classificate armi da guerra, e che erano state alterate in modo da sembrare di calibro consentito. Nel corso dell’attività si è proceduto, fino ad ora, al ritiro amministrativo di complessive 881 armi tra fucili e pistole e di un ingente quantitativo di munizioni che sono state inviate alla distruzione presso la Direzione di Artiglieria dell’Esercito Italiano in Napoli. Particolare attenzione è stata posta all’approfondimento di situazioni di conflittualità tra cittadini, anche componenti dello stesso nucleo familiare, nel caso in cui questi risultavano possessori di autorizzazioni in materia di armi per scongiurare ogni possibile indebito utilizzo delle stesse. Sono state revocate, a tal proposito, 148 licenze di porto d’armi per fucile. Sono stati altresì richiesti alla Prefettura diverse centinaia di provvedimenti di divieto di detenere armi, nei confronti di cittadini che non erano più in possesso dei suddetti requisiti soggettivi per la detenzione delle armi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *