Pioggia di premi per “Due euro l’ora”. Numerosi riconoscimenti per il film sulla tragedia di Montesano

“Due euro l’ora”, il film del regista salernitano Andrea D’Ambrosio che trae ispirazione dal rogo del materassificio a Montesano in cui persero la vita Giovanna Curcio (15enne all’epoca dei fatti, originaria di Casalbuono) ed Annamaria Mercadante (49enne di Padula), sta riscuotendo numerosi successi. Prodotto dalla Achab Film, “Due euro l’ora” è stato realizzato col contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con Rai Cinema, il film ha vinto l’Est Film Festival e anche il premio per la miglior colonna sonora firmata da Fausto Mesolella. Al Gallio Film Festival invece si è aggiudicato il premio per la miglior sceneggiatura (Andrea D’Ambrosio e Donata Carelli).  “In questo momento di applausi e successi è giusto ricordare quei giorni in cui il film sembrava un’impresa impossibile e non più realizzabile. Le imprese le fanno i tenaci e i visionari.  In quei giorni in cui tutto sembrava sfumato, grazie alla cocciutaggine di Andrea D’Ambrosio, alla sconfinata competenza e passione di Maurizio Fiume, all’ottimismo e intuito di Max De Francesco e alla comunità favolosa di Montemarano, “Due euro l’ora” divenne possibile. Se oggi si vince, lo si deve soprattutto a chi, in quei giorni, continuò a credere in una visione. Bene così. Bene così!”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *