Padula, Vittorio Sgarbi al Battistero di San Giovanni e alla Certosa: “Patrimonio da valorizzare”

Visita a sorpresa del critico d’arte Vittorio Sgarbi ieri a Padula. Accompagnato tra gli altri dall’Assessore regionale al Turismo Corrado Matera e dal sindaco padulese Paolo Imparato, Sgarbi ha prima visitato il Battistero Paleocristiano di San Giovanni in Fonte, e poi la Certosa di San Lorenzo.

VITTORIO SGARBI PADULA 2 VITTORIO SGARBI PADULA

In particolare le immagini amatoriali realizzate da Laura Morena e Giovanni Biagio Prota si riferiscono alla visita del noto critico d’arte al Battistero, complesso architettonico purtroppo ancora semi-sconosciuto fuori dal Vallo di Diano ma unico nel suo genere in Italia e nel mondo, perché utilizza l’acqua battesimale attingendola direttamente dalla sorgiva sulla quale  è stato edificato. A fare da guida a Sgarbi don Vincenzo Federico e Tina D’Urso, presidente dell’Associazione Turistica Pro Loco Padula, che da noi raggiunta telefonicamente racconta i momenti più significativi della visita del critico d’arte.

sgarbi matera imparato

(FOTO DI CIRO LORUSSO)

Sgarbi è rimasto molto colpito dal numero di giovani presenti, impegnati nella preparazione della manifestazione “Padula in Festa per Carlo V”. Nei giorni 8, 9 e 10 agosto 2016 si svolgerà infatti a Padula in Festa per Carlo V e la Frittata delle Mille Uova, giunta alla XXI edizione. Si tratta della Rievocazione Storica che si svolge tra le straordinarie ambientazioni della Certosa di San Lorenzo e dell’Antica Passeggiata dei Monaci certosini. Anche quest’anno l’impostazione scelta per la rievocazione ha caratteristiche intime ed evocative che ci riconducono alla storia millenaria del complesso certosino e al viaggio dell’Imperatore Carlo V di ritorno da Tunisi nel 1535. Le tre serate sono allietate da musiche e balli e dalla degustazione di piatti ispirati alla tradizione culinaria certosina.

Padula in Festa per Carlo V

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *