A Villammare la riapertura della chiesa della Madonna di Portosalvo. Giovedì 11 agosto la solenne celebrazione

esternoCon una solenne celebrazione, presieduta dal vescovo di Teggiano-Policastro, monsignor Antonio De Luca, verrà riaperta al culto, giovedì 11 agosto, la chiesa della Madonna di Portosalvo a Villammare. La Santa Messa di consacrazione, sarà preceduta da una processione con le reliquie da riporre nel nuovo altare, che inizierà alle 18.30 presso la tendostruttura che ospita temporaneamente la chiesa, per concludersi davanti all’ingresso di Portosalvo, che fino all’8 settembre diventerà Porta Santa della Misericordia, nell’intento di lucrare l’Indulgenza dell’Anno Santo. La riapertura della chiesa, avviene a seguito di importanti lavori di ristrutturazione, che hanno interessato sia la struttura della fabbrica antica, nella copertura e nel campanile, sia gli intonaci esterni. Un accurato restauro delle pareti e del soffitto, affrescati, ha ridonato vita all’aspetto interno dell’aula, mentre una nuova sistemazione liturgica nello spazio presbiteriale, ha permesso di ricostruire l’antico altare in marmi policromi e commessi, nelle linee generali e di erigere una nuova mensa ed un ambone, che offrono alla chiesa un nuovo volto funzionale, liturgico e decorativo. Con il potenziamento degli apparati acustici, il restauro dell’organo e il rifacimento dell’impianto elettrico ed illuminotecnico, la chiesa della Madonna di Portosalvo riapre le sue porte ai fedeli, dopo più di un anno di lavori e grazie all’impegno del parroco, don Martino Romano e del suo predecessore, don Elia Guercio, che hanno fortemente voluto questo intervento alla chiesa mariana. L’origine della presenza religiosa a Villammare si radica nel Cinquecento, quando esisteva una piccola cappella nella località Petrosa; nel secolo successivo venne costruito un nuovo edificio di culto nell’attuale sito, restaurato più volte ed arricchito, nel 1765 dall’altare, con statua, di San Giovanni Battista. Fu nel 1852 che venne edificata la chiesa nelle forme architettoniche che ancora possiamo vedere, mentre risale al 1873 l’erezione dell’altare maggiore. Il programma decorativo interno fu voluto nel 1958 per devozione di Antonio Annechino e realizzato dal pittore D’Aponte. L’intervento di recupero della chiesa di Portosalvo, progettato dall’architetto Emilia Sfara e diretto dall’architetto Marco Ambrogi, si è reso possibile grazie all’impegno della Diocesi di Teggiano-Policastro, della Parrocchia ed ai contributi della CEI, fondo dell’Otto per Mille e svoltosi sotto la supervisione della Soprintendenza ABAP di Salerno, mediante la funzionaria di zona, dott.ssa Rosanna Romano.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#