Polemiche sul Centro sociale Don Bosco a Polla. La denuncia dei 5 Stelle: “Disabili penalizzati”

“E’ veramente qualcosa di incredibile quello che da qualche anno sta accadendo ai disabili che frequentano il  Centro sociale don Bosco. Non è  possibile consentire oltre che persone e famiglie sfortunate, già duramente provate dalla vita, debbano sempre subire gli effetti di uno scarica barile sulle responsabilità dell’ennesima chiusura della struttura”.  Con queste parole Giovanni De Lauso attivista pentastellato di Polla prende posizione sulla controversa vicenda che da qualche anno caratterizza il travagliato funzionamento del Centro a Polla. “La verità è che – continua De Lauso – ci dovrebbe essere meno burocrazia, più attenzione verso queste problematiche, altrimenti non si spiega il fatto che in tutti questi anni di vita  del Centro don Bosco non si sia arrivati ad una soluzione stabile  e definitiva del problema”. “Stiamo valutando – continua De Lauso – l’ipotesi di organizzare a breve un incontro pubblico qui a Polla con tutte le componenti interessate al fine stilare un protocollo di intesa finalizzato alla soluzione definitiva del problema. Per ora lanciamo un appello a quanti hanno responsabilità dirette nella gestione politica e amministrativa della struttura e, faremo tutto quello che è nelle nostre possibilità affinché  si possano concretizzare al più presto le condizioni per far ripartire il servizio e, consentire ai disabili, di poter tornare a usufruire di un servizio che per molti di loro rappresenta l’unico  momento diverso, l’unica occasione di socializzazione, di crescita e di confronto di una esistenza difficile che quotidianamente caratterizza la loro vita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#