Tenta di palpeggiare e baciare la nipote: 61enne di Sala Consilina condannato a 5 anni e 6 mesi

Avrebbe palpeggiato e tentato di baciare la nipote. E almeno in una occasione si sarebbe spogliato in sua presenza. Per questo motivo e con l’accusa di violenza sessuale un 61enne di Sala Consilina è stato condannato a 5 anni e mezzo di reclusione. La pubblica accusa ne aveva chiesto 6 anni e 6 mesi. La nipote all’epoca dei fatti aveva 16 anni ed era stata affidata allo zio dopo la morte della madre. I fatti – che riguardano una famiglia originaria di Sala Consilina – sono avvenuti in Piemonte dove risiedono.  La ragazzina era andata a vivere da altri parenti dopo le prime azioni del 61enne, ma questi aveva continuato nella sua azione fino a denudarsi al suo cospetto. La ragazzina per sfuggire all’incubo, durato circa due anni, ha denunciato tutto ai carabinieri. Tra zio e nipote non sono mai avvenuti rapporti sessuali completi.  Gli avvocati del 61enne di Sala Consilina hanno annunciato di voler presentare ricorso alla Corte di Appello. L’uomo ha alle spalle anche un’altra condanna per violenza sessuale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#