Siamo tutti pazzi con l’Erba sotto l’asfalto. Ecco il disco d’esordio della band valdianese

Il 23 settembre è uscito ufficialmente Siamo Tutti Pazzi, il disco d’esordio de L’Erba sotto l’Asfalto, per “Fuffa Recordz”. L’album vede al suo interno collaborazioni con Bisca, Giuseppe Fontanella dei 24 Grana e Donatello Giorgi dei Kutso. Prodotto in collaborazione con “Monochrome sounds & visions” e “Suoni Liberi”, il disco è stato anticipato dal singolo “Caramelle” che ha portato la band per la prima volta nella “Indie music like”, la classifica curata dal MEI e dedicata alla musica indipendente.

Siamo Tutti Pazzi è un viaggio veloce sulle storture, le contraddizioni e la pazzia della civiltà occidentale che si dipana attraverso gli 11 pezzi che compongono il lavoro. In “Caramelle” ad esempio, un bambino dislessico e iperattivo, imbottito di farmaci dai genitori, ci racconta la sua giornata (Il video che accompagna il singolo ha superato le 10.000 visualizzazioni nelle prime due settimane).

In “Acciaio” si possono cogliere velate allusioni alle faccende relative all’Ilva di Taranto e al suo impatto sul territorio. “Carissimo Francesco” presenta un testo che rielabora dichiarazioni rese ai giornali dal Santo Padre. “Torni a bordo signor capitano” è impreziosita dal sassofono di Sergio Maglietta e dalle chitarre di Elio Manzo, fondatori degli storici Bisca. “Quando sei nato non puoi più nasconderti”, con Giuseppe Fontanella dei 24 Grana alle chitarre, a qualcuno ricorderà un film di Marco Tullio Giordana. La title-track “Siamo tutti pazzi” è una rocambolesca fuga dalla pazzia di un mondo troppo veloce, arricchita dall’assolo finale di Donatello Giorgi dei KuTso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#