Ancora una volta il pararaduno “Finamore” fa centro: oltre 30 auto storiche per abbattere le barriere architettoniche

Oltre 30 auto storiche, circa 60 partecipanti tra piloti e copiloti speciali (anziani e diversamente abili). Una giornata piena di ricordo e significato: è il quinto pararaduno “Antonio Finamore” che si è tenuto ieri nel Vallo di Diano con partenza a Sala Consilina e arrivo a Polla. Il raduno di auto storiche per ricordare Antonio, un amico del Vallo di Diano scomparso in un incidente stradale, ha avuto ancora una volta successo. L’evento organizzato dall’omonima associazione ha affrontato anche pioggia e maltempo e la auto storiche hanno sfilato tra le vie del nostro territorio. Così come gli sbandieratori “speciali” di Eboli che si sono esibiti a Polla sede di arrivo del quinto pararaduno. Ottima l’accoglienza da parte del Comune di Polla, con il sindaco Rocco Giuliano e il presidente del consiglio comunale Teresa Pascal. Il primo cittadino ha annunciato che si metterà all’opera per far riparare l’ascensore del municipio. Questo perché come sempre il corteo storico è nato per sensibilizzare – come l’associazione fa dal momento della sua nascita – cittadini ed istituzioni in merito all’abbattimento delle barriere architettoniche e mentali.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#