Eboli, sequestra e abusa della sua ex fidanza per 15 giorni. La giovane salvata dai Carabinieri

Gravissime le accuse rivolte ad un marocchino di 29 anni arrestato dai Carabinieri di Eboli  con l’accusa di sequestro di persona, maltrattamenti, riduzione in schiavitù, violenza e percosse, commessi nei confronti di una ragazza della stessa nazionalità di 26 anni. La giovane in fuga dal suo orco  è stata salvata dall’ennesima aggressione da parte del suo ex compagno proprio dai Carabinieri ai quali ha raccontato che dopo aver deciso di lasciare l’uomo ( poichè aveva scoperto che era sposato in Marocco) quest’ultimo  puntandole un coltello alla gola,  l’ha sequestra e  segregata in casa sua a Battipaglia per circa 15 giorni abusando di lei sessualmente e trattandola come una schiava senza possibilità di farla uscire. Finchè con la scusa di telefonare i suoi genitori in Marocco per non farli preoccupare la giovane è uscita dalla sua “prigione” mettendosi subito in fuga.  Dopo le formalità di rito il PM ha disposto gli arresti domiciliari con richiesta diretta di convalida arresto al GIP che si esprimerà nei prossimi giorni. La ragazza è stata condotto in una comunità in località protetta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *