Giudice di Pace. Il Comune di Polla convoca i sindaci: “Serve un sostegno economico per il mantenimento dell’Ufficio”

Mercoledì 19 ottobre è una giornata decisiva per il destino dell’Ufficio del Giudice di Pace di Polla. Il Comune guidato da Rocco Giuliano, infatti, ha convocato un incontro sulla “gestione dell’Ufficio” con i Comuni che rientrano nell’ambito territoriale del Giudice di Pace di Polla. All’incontro in programma alle 18.30 sono stati invitati i sindaci di Auletta, Caggiano, Petina, Pertosa, Salvitelle, Sant’Arsenio, San Pietro al Tanagro, San Rufo, i consiglieri comunali di Polla e altri interessati al caso. “Affronteremo – si legge nella convocazione – la problematica relativa al mantenimento dell’Ufficio mediante la gestione associata dello stesso con ripartizione delle relative spese tra tutti i Comuni rientranti nella competenza del Giudice di Pace di Polla. Il Comune di Polla – continua il documento – da circa due anni provvede in via esclusiva alla gestione dell’Ufficio senza la necessaria partecipazione degli altri Comuni e non potrà più affrontare da solo la gestione dello stesso e le relative spese”. Nella convocazione firmata dal sindaco Rocco Giuliano e dall’assessore agli affari legali Giovanni Corleto si spiega anche meglio il perché: “Alla luce della riforma che comporterà un aumento significativo delle competenze dei Giudici di Pace con l’aggravio dei relativi costi di mantenimento anche conseguenti alla necessità di una implementazione del personale e dei locali destinati all’ufficio i costi lieviteranno”.  Si tratta di maggiori competenze sia in ambito civile che penale. “Invitiamo i sindaci a una attenta riflessione – si conclude la convocazione – e naturalmente alla loro presenza”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *