Credito d’imposta per la bonifica di beni e aree contenenti amianto

Si prevede un credito d’imposta al 50% delle spese sostenute per interventi di bonifica dall’amianto su beni e strutture produttive effettuati e conclusi entro il 2016. Complessivamente vengono stabiliti 17 milioni di euro di finanziamento. L’agevolazione non spetta per investimenti di importo unitario inferiore a 20 mila euro.  Le spese devono essere comprese tra 20.000 e 400.000 euro.  Il regolamento europeo prevede che il finanziamento pubblico alle imprese uniche non possa superare, nel triennio, 100 mila euro per le imprese di trasporto merci per conto terzi e 200 mila euro per le altre. Sono invece escluse le imprese di produzione primaria di prodotti agricoli, pesca e acquacoltura, e quelle che operano nei servizi di interesse economico generale. Il Credito d’Imposta verrà concesso solo per interventi di rimozione e smaltimento dell’amianto. Saranno finanziati solo gli interventi di cui l’impresa può comprovare i pagamenti effettuati e l’avvenuto smaltimento in discarica dell’amianto entro il 31 dicembre 2016. Le imprese potranno presentare le domande a partire dal 16 novembre 2016, tramite il portale accessibile dalla home page del Ministero dell’Ambiente, registrandosi a partire dal 27 ottobre 2016.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#