Rudere ad Arenabianca, ultimatum del sindaco Rinaldi all’Enel: “30 giorni per la messa in sicurezza”

Ordinanza- ultimatum del sindaco di Montesano SM Giuseppe Rinaldi: sono gli ultimi sviluppi della vicenda inerente il rudere di proprietà Enel nella frazione di Arenabianca di Montesano Sulla Marcellana.

14915374_10211314149880527_1376898070759552057_n 14963194_10211314151320563_1832812426926061925_n

A raccontarli è lo stesso primo cittadino.

GIUSEPPE RINALDI

“Dopo che diverse diffide inviate alla Società Enel -spiega Rinaldi- con la richiesta di procedere alla messa in sicurezza della loro proprietà, situata in pieno centro abitato della frazione di Arenabianca, sono cadute nel vuoto, mi sono visto costretto ad emettere una apposita Ordinanza, la n.61 del 3 novembre scorso, al fine di adempiere da parte di Enel, entro 30 giorni, a quanto previsto. Altrimenti procederemo d’ufficio con relativo addebito delle spese”.

14925433_10211314150200535_6013520287083579394_n

La vicenda risale addirittura al 2012 quando, per la prima volta, l’amministrazione comunale di Montesano aveva invitato Enel a prendersi cura del proprio immobile, o a verificare il comodato o la cessione al Comune. “Dopo una prima fase in cui Enel sembrava volere intervenire sulla messa in sicurezza del fabbricato -evidenzia ancora il Sindaco di Montesano- successivamente ha cambiato idea facendo una proposta di vendita del rudere.  La richiesta, tra proprietà del bene e lavori a farsi, ammontava a circa 50.000 euro! Per un rudere che sta squalificando un’intera area, essendo ricettacolo di sterpaglie, immondizia, sporcizia varia oltre che pericoloso per l’incolumità pubblica. Ovviamente -continua Rinaldi- con apposito atto amministrativo abbiamo rifiutato l’offerta e chiesto nuovamente all’Enel di procedere a lavori urgenti sull’immobile”.

14956627_10211314151160559_5592421967906925639_n

Secondo il primo cittadino di Montesano dopo diverse rassicurazioni a voce non è però seguita nessuna azione concreta, riscontro o atti utili che potessero evitare l’Ordinanza Sindacale. “Auspichiamo che in questi trenta giorni -conclude il Sindaco di Montesano- Enel dica chiaramente ciò che vuole fare dell’immobile, il cui pericolo è sotto gli occhi di tutti oltre ad essere un problema di decoro urbano essendo localizzato sulla strada principale del centro storico di Arenabianca”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *