Sant’Arsenio, Andrea Annunziata conferma le sue dimissioni da vice sindaco: “abbandono la maggioranza”

WhatsApp Image 2016-11-09 at 11.29.18 (1)Andrea Annunziata, ormai ex vice sindaco di Sant’Arsenio rende pubbliche le motivazione che lo hanno spinto a rassegnare le dimissioni dalla carica di Assessore al Bilancio e di vice sindaco del Comune di Sant’Arsenio. Annunziata lo fa attraverso una lettera aperta ai cittadini. Lo scorso 24 ottobre nel documento di dimissioni  Andrea Annunziata tra gli auspici elencati, che probabilmente lo avrebbero portato  a rivedere la sua scelta, chiedeva  “l’azzeramento totale dei ruoli di ognuno e di ripensare in maniera più efficiente il programma amministrativo alla luce anche di quanto affermato dal sindaco Coiro nella sua lettera di dimissioni, poi ritirate, nella quale parlava di “insufficiente coesione del gruppo di maggioranza”. Annunziata aveva inoltre evidenziato nel documento dello scorso ottobre tra le motivazioni della sua decisione “le persistenti difficoltà di collaborazione e la visione diametralmente opposta del rispetto delle regole di trasparenza e buon amministrazione a tutti i livelli”. Annunziata alla fine del documento auspicava quindi che la maggioranza si ricompattasse e lavorasse seguendo il programma elettorale. Ma, sembra che nulla di tutto ciò sia avvenuto, secondo quanto scrive l’ex amministratore, che nel documento diffuso oggi   conferma la volontà di lasciare i suoi incarichi ed abbandonare la maggioranza poiché gli auspici sopra elencati sono venuti meno mantenendo l’incarico di consigliere comunale. Tra i “suoi successi” Annunziata cita l’impegno profuso in campo sanitario: “la possibilità di rinascita dell’ospedale di Sant’Arsenio scritta negli atti regionale e aziendali a cui ho concorso e di cui le persone con cui ho collaborato mi sono testimoni potrà portare ottimi risultati per la sopravvivenza del nostro plesso ospedaliero”. Annunziata termina la sua lettera  “Mi sarei aspettato molto di più, immaginavo quando ho scelto di candidarmi di poter veramente contribuire alla crescita civica del mio paese, ma tanto non è stato, vorrei solo che venisse apprezzata l’educazione e la pacatezza d’animo che mi ha contraddistinto in ogni situazione anche la più difficile”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *