Basket, Promozione – Girone B: Diesel Tecnica in carrozza. Quarta vittoria della stagione contro il Real Barrese

Cambia la forma, non la sostanza. Pur non esprimendosi ai massimi livelli, la Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità regola agevolmente il Real Barrese (78-50), conservando l’imbattibilità ed il primato nel girone B di Promozione. Contro una squadra che fa dell’aggressività la propria cifra distintiva, il quintetto bianco-azzurro ricorre ai classici del proprio repertorio: supremazia dei centri sotto il canestro altrui, transizioni, palle rubate, tiri da tre punti. All’ampio scarto maturato a fine gara contribuiscono altresì le basse percentuali al tiro dei partenopei, incapaci di tramutare la foga agonistica – a volte esasperata, per la verità – in un gioco ordinato e redditizio.

«Squadra che vince non si cambia», recita un motto di vecchia data, rispolverato per l’occasione da Gennaro Durante e Giuseppe Aumenta prima del via: Antonucci a dirigere le operazioni sul perimetro, Dragoni e Gianluca De Vita sugli esterni, il fratello maggiore Sandro all’interno dell’arco, Di Somma uomo d’area. Dall’altra parte, Rosario Esposito schiera un quintetto con quattro potenziali tiratori (Condemi, Vincenzo Colonna, Manzi, Maglione) ed un solo lungo di ruolo (Schioppa). Basta poco per capire che aria tiri al PalaZingaro: Trinità punisce regolarmente dalla lunga distanza le cattive rotazioni difensive dei bianco-neri, che in 7’30” si ritrovano sotto di 12 punti (18-6). La squadra del capoluogo campano ricorre ad una circolazione di palla lenta e prevedibile, dalla quale sortiscono perlopiù tiri forzati. Funzionano solo gli isolamenti di Colonna, in ogni caso insufficienti per contenere il distacco alla prima sirena (20-8). L’ingresso sul parquet degli uomini del secondo quintetto marca ancor più nitidamente le differenze: sull’asse Durante-Borgia, i salernitani realizzano facili segnature in contropiede; le stoppate di Claudio Esposito ed il prezioso lavoro nella metà campo difensiva di Gianluca Campaiola (all’esordio stagionale) sbarrano letteralmente la strada al Real Barrese, che esce di fatto dalla partita alle soglie dell’intervallo lungo (31-15 al 17′). Trinità lucra copiosamente dalla linea dei liberi per puntellare il già largo vantaggio: 35-17 dopo 20′. La carestia offensiva dei partenopei – interrotta solo da qualche canestro del veterano Gammieri – si protrae anche alla ripresa della navigazione: Sandro De Vita (miglior realizzatore con 14 punti) e Sica (12) appongono l’imprimatur sul successo dei salesi a metà terzo quarto (52-20 al 26′). Neppure l’espulsione per proteste di Rosario Esposito riesce a scuotere un Real Barrese oltremodo nervoso e disordinato. Il tabellone parla da solo: 56-30 a fine terza ripresa. Tanta prosa, poca poesia negli ultimi 10′: i napoletani ricorrono a falli dozzinali e talora spicci per rallentare il ritmo del gioco e contenere le perdite. La Diesel Tecnica abbassa l’andatura e concede qualcosa agli avversari che, con un estremo moto d’orgoglio, riescono a trovare la via del canestro con una discreta continuità – si fanno notare Condemi e Maglione, fino a quel punto silenti. Ma i buoi sono fuggiti già da un bel pezzo.

 

Promozione/Girone B, quarta giornata. I risultati 

Basket Open-Olimpia Capri 95-91; Basket Team Stabia-Hippo Basket Salerno 61-66; Growatt Portici-Sporting Club Torregreco 76-63; Cava De’ Tirreni Basketball-Viva Basket Free Casavatore 83-52; Basket Volla-Kouros Napoli 75-62; Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità-Real Barrese 78-50. Hanno riposato: Nuova Pallacanestro Sarno, Afragola Hawks.

 

La classifica 

Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità 8; Basket Volla, Hippo Basket Salerno, Growatt Portici, Cava De’ Tirreni Basketball 6; Afragola Hawks, Viva Basket Free Casavatore 4; Kouros Napoli, Sporting Club Torregreco, Real Barrese, Basket Open 2; Olimpia Capri, Nuova Pallacanestro Sarno 0.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *