A Roma, Antonio Pagliarulo, assessore di San Pietro al T. rappresenta il Vallo in un incontro sull’accertamento dei tributi statali

15540563_10208279166242786_1024108780_oIl Vallo di Diano presente ad un importante incontro tenutosi a Roma martedì 13 dicembre a Palazzo Giustiniani in occasione della presentazione del libro edito dalla Fondazione IfelI Comuni e la partecipazione all’accertamento dei tributi statali. Strumenti, percorsi di indagine e accesso ai dati”.

A rappresentarlo l’assessore al bilancio del Comune di San Pietro al Tanagro, Antonio Pagliarulo che inoltre svolge la professione di tributarista.

15502702_10208279178923103_518857593_o

L’iniziativa che rientra nell’ambito di una collaborazione tra il Senato della Repubblica e la Fondazione IFEL ha dato la possibilità di discutere di un testo che è stato concepito per fornire un ausilio concreto ai funzionari comunali che operano nell’ambito dell’accertamento. L’evento è stato  l’occasione in cui sono emerse indicazioni utili per sviluppare la collaborazione Stato-Comuni, finora fattiva e fruttuosa solo in alcuni territori.

15515632_10208279167642821_965430767_o

15555545_10208279166322788_1491009367_o

La presentazione è iniziata con i saluti introduttivi di Veronica Nicotra,  Segretario Generale Anci e di Pierciro Galeone, Direttore IFEL. Hanno fatto poi seguito gli interventi del Consigliere Renato Loiero, Direttore del Servizio Bilancio del Senato della Repubblica, del curatore del libro, Antonino Gentile e di Andrea Ferri, responsabile Finanza Locale ANCI. Durante la tavola rotonda l’Assessore Pagliarulo ha avuto anche modo di confrontarsi con i vertici dell’Agenzia delle Entrate e con gli Assessori al bilancio del Comune di  Roma e Venezia, Andrea Mazzillo e Michele Zuin.I lavori sono stati riassunti da Guido Castelli, Presidente di Ifel e Sindaco di Ascoli Piceno.

15491623_10208279180203135_543098800_oDurante il dibattito è emersa la difficoltà, descritta dall’Assessore Pagliarulo, dei piccoli comuni – che rappresentano circa il 70% dei comuni italiani – di affrontare concretamente questo tema. La proposta lanciata da Pagliarulo e rivolta al Sen. Loiero ed ai vertici dell’ANCI è stata quella di “riuscire a concepire una norma che preveda un servizio associato per i comuni al di sotto dei 5000 abitanti, che consenta la creazione di un team di risorse umane – formate – che instauri un collegamento più diretto con la Direzione Regionale delle Entrate e la Guardia di Finanza”


.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#