Commercianti di Polla in rivolta contro la “tassa sulla pubblicità”. Il sindaco convoca la Soget. Coppola: “Avvoltoi sui cittadini”

Oltre venti commercianti questo pomeriggio si sono dati appuntamento in municipio a Polla per incontrare il sindaco e chiedere delucidazioni sulla cosiddetta “tassa sulla pubblicità”. La Soget, infatti,  ha fatto recapitare ai commercianti pollesi cartelle esattoriali sulle tasse da pagare per la presenza di pubblicità negli e degli esercizi commerciali. Cartelle esattoriali ritenute “folli” da parte dei commercianti sia perché sono state calcolati oggetti e manifesti pubblicizzati non considerati tali sia perché per ogni voce c’è una sanzione da oltre 50 euro. Aspetto questo che ha fatto lievitare le bollette. Per qualche commerciante la richiesta è stata anche di oltre diecimila euro. “A me hanno tassato le bandierine davanti al bar”, denuncia un commerciante. “Nella mia cartella esattoriale – aggiunge un altro – c’è anche la voce di un adesivo che rimandava al mio negozio presente su un’auto di un privato”. E ancora sono state avanzati dubbi sulle misurazioni, le modalità di accertamento e le somme richieste. Per questo motivo il primo cittadino – pur se non a conoscenza della richiesta di un incontro – ha parlato con loro e ascoltate le istanze. Non sono mancati i motivi di scontro e i momenti accesi con i commercianti esasperati dalle richieste di tasse. Rocco Giuliano ha dato rassicurazioni e chiamato i vertici della Soget per chiedere un incontro per la settimana prossima e chiarendo che nelle intenzioni dell’Amministrazione non c’è quella di far pagare tappeti o calendari ma il giusto e dare caccia agli evasori. Dopo di che – entro il secondo lunedì di gennaio – affrontare di nuovo il tema con i commercianti. L’avvocato Vincenzo Antonio Cozza – che rappresenta gran parte dei commercianti – ha chiesto che nel frattempo vengano sospeso il tutto.  Sul caso è intervenuto Antonio Coppola, che un mese fa aveva evidenziato che la presenza della Soget non fosse gradita. “Sono avvoltoi sui cittadini e l’amministrazione è stata compiacente”. Per quanto riguarda il consigliere di minoranza Fortunato d’Arista ha chiesto che il sindaco convochi un incontro ufficiale con tutto il consiglio, i commercianti e la Soget. “Non tutti i commercianti erano stati avvertiti – ha detto D’Arista -, anzi circa l’ottanta per cento dei commercianti di Polla non sapevano dell’incontro e vogliono parlare con sindaco e Soget”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#