Furti a raffica a Sala Consilina e nel Vallo, il Consigliere Giuseppe Colucci scrive al Prefetto di Salerno

La richiesta di convocare una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per affrontare il tema dei furti in aumento a Sala Consilina e nel Vallo di Diano è il passaggio più significativo della missiva inviata questa mattina dal Consigliere Comunale di Sala Consilina Giuseppe Colucci al Prefetto di Salerno Salvatore Malfi.

 

Lett-Prefetto-Furti_Pagina_1 Lett-Prefetto-Furti_Pagina_2

“I continui episodi di criminalità cui stiamo assistendo, correlati al drammatico aumento dei furti nelle abitazioni e nelle aziende verificatisi nel territorio di Sala Consilina e del Vallo di Diano -scrive Colucci al Prefetto- impongono di chiederLe uno specifico intervento, al fine di affrontare concretamente il fenomeno e ridare un minimo di serenità ai cittadini ed agli imprenditori. Nonostante tutte le Forze dell’Ordine presenti sul territorio, in primis l’Arma dei Carabinieri, profondano grande impegno con provata professionalità -continua Colucci- è molto difficile fronteggiare il fenomeno, stante la limitata disponibilità di uomini e mezzi e data la vastità del territorio, che non consente di garantire con efficacia la prevenzione degli atti di criminalità evidenziati”.

COLUCCI

A seguire Colucci elenca alcuni degli episodi di criminalità verificatisi nel Vallo di Diano e a Sala Consilina, evidenziando l’incremento dei furti avvenuto in particolare nell’ultimo periodo. Il Consigliere di Progetto Sala riporta poi al Prefetto il grido d’allarme lanciato da Sabato Botta, uno degli imprenditori dell’Area PIP di località Mezzaniello, che esprime il malessere delle aziende locali interessate da 5 furti in 4 notti e la sensazioni di essere stati lasciati soli da tutti. “Sono consapevole -sottolinea Colucci- che la nostra area non risulta tra quelle ad alta criminalità, però questi eventi devono indurre ad una riflessione e, soprattutto, ad un’azione immediata, per far sentire che lo Stato è presente, e per evitare eventuali reazioni irrazionali e dannose per la incolumità personale dei cittadini. A tal fine -prosegue il consigliere minoranza salese- è auspicabile che S.E. il Prefetto valuti l’opportunità di convocare una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, al fine di esaminare la problematica sottoposta e proporre immediate soluzioni di intervento, tra cui l’aumento delle disponibilità in termini di uomini e mezzi alle Forze dell’Ordine presenti sul territorio”. Colucci auspica l’autorevole intervento del Prefetto, per affrontare il problema e far sentire la presenza dello Stato: “Condizione imprescindibile -conclude-  per la tranquillità dei cittadini e degli imprenditori che, attualmente, stanno vivendo una grave situazione di incertezza e difficoltà”.

ARTICOLO E VIDEO SERVIZI CORRELATI: SHOCK FURTI A RAFFICA NELL’AREA PIP DI SALA CONSILINA: “COSTRETTI AD ARMARCI COME NEL MEDIOEVO” – https://www.italia2tv.it/2017/02/22/shock-furti-a-raffica-nellarea-pip-di-sala-consilina-costretti-ad-armarci-come-nel-medioevo/

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#